Esempio Dieta Ipercalorica

Premessa

Le seguenti indicazioni hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari PERSONALIZZATE.

Dieta ipercalorica

Esempio Dieta IpercaloricaLa dieta ipercalorica è un regime alimentare utile a fornire più energia, nutrienti e acqua rispetto al regime alimentare per il mantenimento del peso; viene utilizzata nel ripristino del peso (INCREMENTO ponderale) dei soggetti valutati in sottopeso (ovvero con un indice di massa corporea <18,5 punti), e/o malnutriti.
In alcuni casi, la dieta ipercalorica può rappresentare un valido sostegno per gli allenamenti di ginnastica pesante incentrati sullo sviluppo della massa muscolare (aumento della sezione trasversa dei fasci), purché rispettino i principi fondamentali della dietetica.

Principi della dieta ipercalorica

La dieta ipercalorica fornisce più nutrienti di quelli necessari a mantenere costante il peso corporeo e, come le altre terapie alimentari, deve essere composta sulla base di alcuni principi fondamentali:

  1. Equilibrio nutrizionale dei macronutrienti energetici: 25% lipidi, 0,75-1,5g/kg di peso fisiologico desiderabile di proteine, il resto dell'energia sotto forma di glucidi
  2. Garanzia dei nutrienti essenziali, delle vitamine e dei sali minerali (è sufficiente attenersi alle linee guida di una buona e sana alimentazione)
  3. Surplus energetico MASSIMO del 10% rispetto alla normo-calorica
  4. Contenimento dei nutrienti potenzialmente nocivi se in eccesso: colesterolo, saccarosio aggiunto, cloruro di sodio (Na), grassi saturi, in alcuni casi anche la fibra ecc.
  5. Ripartizione energetica dei pasti in almeno 5 o 6 pasti al giorno.

Indicazioni pratiche

A livello pratico, la dieta ipercalorica non è di difficile stesura; è sufficiente svolgere l'impostazione di una normo-calorica + 10% dell'energia, adattare l'apporto proteico in base alle necessità (tra 0,75 e 1,5g/kg) e scegliere correttamente gli alimenti per il raggiungimento di tutti i fabbisogni raccomandati (ferro, calcio, tiamina, riboflavina, niacina, ecc).
NOTE: La dieta ipercalorica deve essere seguita esclusivamente per il periodo utile a ripristinare la condizione di EUnutrizione, di normopeso, o (ragionevolmente) al raggiungimento dell'obbiettivo sportivo.

Esempio impostazione e traduzione dieta ipercalorica

INDICATA PER:

  • "Studente universitario appassionato di videogames"

IMPOSTAZIONE INIZIALE


Sesso Maschio
Età 20
Statura cm 170
Circonferenza polso cm 17,5
Costituzione Normale
Statura/polso 9,7
Tipo morfologico Normolineo
Peso kg 50
Indice di massa corporea 17,3
Indice di massa corporea fisiologico desiderabile 21,7
Peso fisiologico desiderabile kg 62-63 (62,7)
Metabolismo basale kcal 1011
Coefficiente livello di attività fisica No Aus. 1,41
Dispendio energetico kcal 1426
Dieta IPOCALORICA 1568Kcal
Lipidi 30% 392Kcal 43-44
Proteine 1,2g/kg 301Kcal 75g
Carboidrati 55,8% 875kcal 233g
Alcol 0g
Colazione 15% 236kcal
Spuntino 5% 78kcal
Pranzo 35% 549kcal
Spuntino 5% 78kcal
Cena 35% 549kcal
Spuntino 5% 78kcal

Traduzione del giorno 1


ESEMPIO TRADUZIONE GIORNATA 1 - DIETA IPERCALORICA 1568kcal
Alimento Quantità (g o ml) Proteine (g) Ac, grassi animali (g) Glucidi semplici (g) Energia (kcal) Sodio (Na) Colesterolo (mg)
Colazione 15%
Latte di vacca intero 200 6,2 6,8 9,6 122 100 28
Cereali aggregati 40 4,3 0,0 2,6 136,8 148 0
SUBTOT 10,5 6,8 12,2 258,8 248 28
Spuntino 5%
Mela 150 0,3 0 16,5 67,5 3 0
SUBTOT 0,3 0 16,5 67,5 3 0
Pranzo 35%
Pasta al pomodoro
Pasta di semola 90 9,7 0 2,4 320,4 4,5 0
Pomodoro passata 100 0,8 0 3 14 230 0
Grana 10 3,6 2,5 0,4 38 44,6 8,5
Lattuga 100 1,8 0 2,2 19 9 0
Pane tipo 00 25 2,1 0 0,5 72,5 160 0
Olio extrav, oliva TOT 10 0 0 0 90 0 0
SUBTOT 18 2,5 8,5 553,9 448,1 8,5
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125 4,4 4,9 4,5 78,8 60 22,5
SUBTOT 4,4 4,9 4,5 78,8 60 22,5
Cena 35%
Maiale carne magra 200 39,8 13,6 0 282 152 120
Zucchine 200 2,6 0 2,6 22 2 0
Pane tipo 00 50 4,1 0 1 145 120 0
Olio extrav, oliva TOT 10 0 0 0 90 0 0
SUBTOT 46,5 13,6 3,6 539 272 120
Spuntino 5%
Pera con buccia 200 0,5 0 14,3 61,5 3 0
SUBTOT 0,5 0 14,3 61,5 3 0
TOTALE 80,2 27,8 59,6 1559,5 1034,1 179

Commento


Nella tabella sovrastante sono stati tradotti i nutrienti più importanti per la dieta ipercalorica; osservando le porzioni di consumo e i valori ottenuti nel totale, pare ovvio che rientrare sempre e comunque nelle razioni raccomandate riassunte nei LARN (Livelli di Assunzione Raccomandata Nutrienti per la popolazione italiana) non sia un'impresa facile.
La quota proteica è accettabile, anche se leggermente superiore alla stima dell'impostazione iniziale; gli acidi grassi di origine animale (verosimilmente a prevalenza satura) sono superiori al 10% dell'energia complessiva ma, d'altro canto, risultano quantitativamente inferiori alla media nazionale (36g/die - 12% dell'energia totale). Il quantitativo di colesterolo è ben al di sotto del limite consigliato (300mg/die), così come il sodio contenuto negli alimenti (compreso nell'intervallo di sicurezza proposto dalla Commission of the European Communities, 1993: 575 mg/die - 3500 mg/die) anche se non tiene conto di quello aggiunto dal soggetto.


Esempio menu dieta ipercalorica - Giorno 2


Quantità (g)
Colazione
Latte di vacca intero 200
Biscotti integrali 30
Spuntino
Arancio 200
Pranzo 35%
Fagioli in brodo
Fagioli freschi 200
Grana 10
Radicchio 100
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125
Cena 35%
Orata 200
Melanzane 200
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Kaki 100

Esempio menu dieta ipercalorica - Giorno 3


Quantità (g)
Colazione
Latte di vacca intero 200
Cereali aggregati 40
Spuntino
Mela 200
Pranzo 35%
Risotto alla zucca
Riso brillato 90
Zuccha 100
Grana 10
Valeriana 100
Pane tipo 00 25
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125
Cena 35%
Ricotta di vacca 150
Carote 200
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 5
Spuntino 5%
Pera 100

Esempio menu dieta ipercalorica - Giorno 4


Quantità (g)
Colazione
Latte di vacca intero 200
Biscotti integrali 30
Spuntino
Arancio 200
Pranzo 35%
Polenta con ragù bianco
Farina di mais 60
Macinato misto magro 60
Grana 10
Radicchio 100
Pane tipo 00 25
Olio extrav, oliva TOT 5
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125
Cena 35%
Branzino 200
Finocchi 200
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Uva 100

Esempio menu dieta ipercalorica - Giorno 5


Quantità (g)
Colazione
Latte di vacca intero 200
Cereali aggregati 40
Spuntino
Mela 200
Pranzo 35%
Zuppa di orzo
Orzo brillato 90
Grana 10
Lattuga 100
Pane tipo 00 25
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125
Cena 35%
Provolone 60
Patate 150
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 5
Spuntino 5%
Pera 100

Esempio menu dieta ipercalorica - Giorno 6


Quantità (g)
Colazione
Latte di vacca intero 200
Biscotti integrali 30
Spuntino
Arancio 200
Pranzo 35%
Passato di ceci
Ceci secchi 60
Grana 10
Radicchio 100
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125
Cena 35%
Salmone 150
Melanzane 200
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 5
Spuntino 5%
Kaki 100

Esempio menu dieta ipercalorica - Giorno 7


Quantità (g)
Colazione
Latte di vacca intero 200
Cereali aggregati 40
Spuntino
Mela 200
Pranzo 35%
Pasta ai peperoni
Pasta di semola 90
Peperoni misti 80
Grana 10
Valeriana 100
Pane tipo 00 25
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Yogurt parzialmente Scremato 125
Cena 35%
Uova 100
Patate 200
Pane tipo 00 50
Olio extrav, oliva TOT 10
Spuntino 5%
Pera 100

Integratori per la dieta Ipercalorica

Nel caso in cui il soggetto abbia particolari difficoltà a seguire la dieta ipercalorica, rimane la possibilità di ricorrere ad alcuni integratori alimentari; personalmente eviterei quelli puri, ovvero prevalentemente proteici o le maltodestrine per gli sport di endurance. Al contrario, si consiglia di ricorrere a prodotti tipo gainer, che nella loro composizione (oltre a vitamine e sali minerali) sono in grado di soddisfare sufficientemente sia le necessità energetiche di carboidrati che quelle plastiche di proteine e amminoacidi.