Crescione - Crescione dei Giardini e Crescione d'Acqua

L'articolo che seguirà è finalizzato alla descrizione del crescione, una pianta con spiccate caratteristiche aromatiche.

In Italia, col termine crescione (oltre alla famosa preparazione gastronomica romagnola, che nulla ha a che vedere con quanto seguirà) si indicano DUE tipi di erbacee:

  • il crescione dei giardini (in inglese garden cress);
  • il crescione d'acqua (rorippa o schino).

Entrambe appartengono alla famiglia delle Brassicaceae, ma si differenziano sostanzialmente per Genere, Specie, Habitat, coltivazione, proprietà ed impieghi.

Crescione dei giardini

Generalità e descrizione del crescione dei giardini

Il crescione dei giardini (garden cress) è una pianta appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, Genere Lepidium, Specie sativum; la sua nomenclatura binomiale corrisponde a Lepidium sativum.
Crescione dei giardiniIl crescione dei giardini è una piccola pianta aromatica erbacea, a ciclo annuale, verosimilmente originaria dell'India. Si caratterizza per la crescita rapidissima ed il sapore tipicamente piccante. Nei paesi anglosassoni è associato alla senape (mustard and cress) e, in virtù delle sue caratteristiche gustative , acquisisce il nome di: "garden pepper cress", "pepperwort pepper grass", o "poor man's pepper".

Il crescione dei giardini può raggiungere i 60cm di altezza (ma in genere viene prelevato entro i 20cm) ed ha la capacità ramificare nella parte superiore della pianta. Il fusto e le foglie sono verde brillante, mentre in prossimità delle radici si presenta più chiaro; i fiori sono piccoli, raggruppati e color bianco-rosato.


Coltura e commercio del crescione dei giardini

Il crescione dei giardini è ampiamente coltivato (sia a livello commerciale che privato) in Inghilterra, Francia, Olanda e Scandinavia; in Italia costituisce un prodotto di secondaria importanza. Si presta a colture idroponiche e prospera nell'acqua leggermente alcalina. Spesso, l'offerta del mercato non è sufficiente a coprire il fabbisogno delle popolazioni che ne fanno ampio consumo; ciò è imputabile alla necessità di consumarlo soprattutto FRESCO.

Il crescione dei giardini risulta piuttosto facile e rapido da coltivare in maniera autonoma, sia con le sementi, sia con il trapianto delle piccole piantine; in genere, sono sufficienti 7-14 giorni di crescita dopo la semina per il raggiungimento di 5-13cm di altezza.

Il crescione dei giardini presenta uno sviluppo estremamente rapido, pertanto viene impiegato come Specie-Test per il monitoraggio della salubrità del terreno.


Crescione dei giardini in cucina

Il crescione dei giardini è ottimo nelle zuppe e nei panini; sotto forma di germogli (freschi o essiccati), rappresenta anche una componente aromatica piccante per le insalate (in indiano: halloon). Il panino tipico anglosassone con crescione dei giardini è composto da uova sode, maionese e sale.


Caratteristiche fitoterapiche e altri usi del crescione dei giardini

Il crescione dei giardini rientra tra le componenti della medicina Ayurveda; secondo la tradizione indiana, i semi di questa erbacea possono essere utilizzati per diversi scopi curativi. Tra questi, ricordiamo: capacità amaricante, termogenica, depurativa, rubefacente, galattogoga, tonica, afrodisiaca, oftalmica, antiscorbutica, antistaminica e diuretica. In base alla stessa corrente di pensiero, i semi del crescione dei giardini sono quindi utili nel trattamento di: asma, tosse con espettorazione, impacchi per distorsioni, lebbra, malattie della pelle, dissenteria, diarrea, splenomegalia, dispepsia, lombalgia, leucorrea, scorbuto e debolezza seminale.
Il crescione dei giardini ha suscitato anche la curiosità della medicina occidentale; pare che i suoi semi abbiano dimostrato di ridurre i sintomi dell'asma, migliorare la funzione polmonare nei soggetti asmatici e abbssare la glicemia (vedi bibliografia).
La mucillagine dei semi viene utilizzata come sostituto della gomma arabica e della gomma adragante.


Bibliografia:

  • A study on clinical efficacy of Lepidium sativum seeds in treatment of bronchial asthma - NP, Archana; Anita, AM (2006) - Iran J Pharmacol Ther 5: 55-59
  • Study of the hypoglycaemic activity of Lepidium sativum L. aqueous extract in normal and diabetic rats - M, Eddouks; Maghrani M, Zeggwagh NA, Michel JB (2005) - J Ethnopharmacol 97: 391-395.

Crescione d'Acqua

Generalità e descrizione del crescione d'acqua

Il crescione d'acqua è un'erbacea aromatica appartenente alla famiglia Brassicaceae, Genere Nasturtium, Specie officinale; la nomenclatura binomiale del crescione d'acqua è Nasturtium officinale.
Crescione acquaIl suo nome è verosimilmente riconducibile alle proprietà aromatiche e gustative; Nasturtium sembrerebbe originato da "Naso torto", per l'odore acre e pungente che emettono le foglie, mentre officinalis è imputabile all'utilizzo terapeutico che se ne può fare in campo erboristico.
Il crescione d'acqua è una pianta che cresce lungo i corsi d'acqua calmi e poco inquinati, in pianura, in montagna e presso tutte le zone temperate del pianeta. La pianta necessita di tenere le radici totalmente in ammollo o sempre molto umide; il posizionamento del terreno deve essere ombroso. I fusti sono prostrati o eretti, cavi e lunghi fino a 50/100cm. Il crescione d'acqua ha foglie verdi, lucide, carnose ed alterne. I fiori sono di piccole dimensioni, con petali bianchi, e si raccolgono in grappoli sommitali. I frutti sono silique cilindriche contenenti i semi. Le radici sono fascicolate e avventizie vicino al terreno.

Il crescione d'acqua può essere confuso con la Cardamine amara, riconoscibile per le foglie color opaco e per l'assenza delle caratteristiche organolettiche e gustative tipiche del crescione.


Storia del crescione d'acqua

Il crescione è una pianta aromatica officinale sia selvatica che coltivabile. L'utilizzo gastronomico di questo vegetale risale a tempi remoti (Persiani, Greci, Romani), quando si riteneva che il suo consumo abituale potesse potenziare le capacità intellettive. Il crescione d'acqua è anche coinvolto in numerosi miti e leggende, ragion per cui è stato ampiamente commercializzato fino a pochi anni addietro.


Proprietà fitoterapiche del crescione d'acqua

Escludendo miti, leggende e credenze, il crescione d'acqua possiede alcune caratteristiche fitoterapiche reali ed altre meno tangibili. Tra tutte ricordiamo: capacità remineralizzante, diuretico e depurativo, antianemico, espettorante, decongestionante epatico ed ipoglicemizzante; viene anche consigliato per le affezioni polmonari.


Crescione d'acqua in cucina

Il crescione d'acqua andrebbe consumato prevalentemente "cotto" ed accuratamente lavato, soprattutto in caso di raccolta presso corsi d'acqua di dubbia salubrità. La pianta è oggetto d'elaborazione gastronomica per ricavare: erbe cotte miste (anche ripassate), frittate di uova aromatizzate, minestroni, acquacotta (fiorentina) ecc. Ovviamente, come per la maggior parte delle piante aromatiche, il trattamento termico ne pregiudica significativamente non solo l'aroma e il gusto, ma anche le proprietà chimico-nutrizionali; pertanto, con un buon standard igienico, è possibile consumare il crescione d'acqua a crudo nell'insalata mista (con pimpinella, rucola ecc.) o da solo. Tritando le foglie si ricavano salse dal gusto particolarmente intenso.

In Italia, è invece un ingrediente tipico del "crescione" romagnolo.

Caratteristiche nutrizionali del Crescione dei Giardini e del Crescione d'Acqua

L'apporto nutrizionale dei due tipi di crescione è piuttosto interessante. Non apportano grosse quantità di energia (comunque maggiore nel crescione dei giardini) e la porzione d'acqua è assolutamente predominante; pure la fibra è abbastanza scarsa.
D'altro canto, per quel che concerne i sali minerali e le vitamine, si può affermare che il crescione dei giardini contenga alte concentrazioni di potassio, ferro, riboflavina, vit. A (carotenoidi - retinolo equivalenti) e vit. C (ac. ascorbico). Il crescione d'acqua, invece, oltre ad essere comunque ricco dei nutrienti menzionati (seppur non ai livelli del precedente), possiede un maggior contenuto in calcio.

Valori Nutrizionali

Crescione valori Nutrizionali
Crescione dei Giardini Crescione d'€™Acqua
Acqua 89.5g 95.1g
Proteine 2.6g 2.3g
Amminoacidi prevalenti - -
Amminoacido limitante - -
Lipidi TOT 0.5g 0.1g
Acidi grassi saturi 0.02mg 0.03mg
Acidi grassi monoinsaturi 0.24mg 0.01mg
Acidi grassi polinsaturi 0.23mg 0.04mg
Colesterolo 0.0mg 0.0mg
Carboidrati TOT 5.5g 1.3g
Amido 1.1g 1.1g
Zuccheri solubili 4.4g 0.2g
Fibra alimentare 1.1g 0.5g
Fibra solubile -g -g
Fibra insolubile -g -g
Energia 35.5kcal 15.0kcal
Sodio 80.0mg 41.0mg
Potassio 606.0mg 330.0mg
Ferro 1.3mg 0.2mg
Calcio 76.0mg 120.0mg
Fosforo 76.0mg 60.0mg
Tiamina 0.08mg 0.09mg
Riboflavina 0.26mg 0.12mg
Niacina 1.00mg 0.20mg
Vitamina A 346.0RAE 160.0RAE
Vitamina C 69.0mg 43.0mg
Vitamina E 0.7mg 1.0mg


ARTICOLI CORRELATI