ù Cantucci o Cantuccini - Biscotti

Cantucci o Cantuccini - Biscotti

Generalità

I cantucci - anche detti cantuccini o biscotti di Prato - sono dolcetti secchi tradizionali, tipici della provincia di Prato (Toscana). In Umbria e in Lazio vengono chiamati con l'appellativo di “tozzetti”.
CantucciI cantucci hanno una caratteristica molto importante che li contraddistingue dalla maggior parte dei biscotti, quella di subire due trattamenti termici in forno. La prima cottura è intensa e avviene sotto forma di impasto a pagnotta lunga, mentre la seconda è più moderata e avviene in pezzi.
Questo metodo di lavorazione rende i cantucci tipicamente secchi, duri e lungamente conservabili.
I cantucci contengono soprattutto farina di frumento, burro, uova, mandorle, zucchero, liquore e spezie (cardamomo, cannella, chiodi di garofano, anice stellato).
I cantuccini vengono consumati tipicamente col Vin Santo, un vino liquoroso nel quale si usa inzupparli.
I cantucci godono del riconoscimento di Prodotto Agroalimentare Tradizionale italiano (P.A.T.).

Caratteristiche Nutrizionali

I cantucci hanno un apporto energetico elevato, fornito soprattutto dai carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.
Gli acidi grassi sono prevalentemente insaturi, i glucidi complessi (anche se il rapporto tra amido e zuccheri solubili è quasi di 1:1) e le proteine a medio valore biologico.
Non si hanno informazioni nutrizionali dettagliate sull'apporto di vitamine e minerali.
I cantucci non sono alimenti idonei al consumo frequente e/o in porzioni significative. Risultano controindicati soprattutto per i soggetti in sovrappeso e affetti da iperglicemia o diabete mellito tipo 2 e ipertrigliceridemia.
Per il contenuto di glutine, i cantucci non si prestano alla dieta contro la celiachia.
Non includono latte e possono essere inseriti nell'alimentazione dell'intollerante al lattosio.
I cantucci vengono tollerati dalla filosofia latto-ovo vegetariana ma non da quella vegana.
Utilizzandoli come alimento da prima colazione o spuntino, la porzione media è di 4-5 pezzi, corrispondenti a 20-25 g, cioè 90-110 kcal.
Per consultare la ricetta “dietetica alternativa” proposta da Alice (senza burro, quindi con meno colesterolo, grassi saturi e calorie) vi consigliamo di cliccare qui.



cantucci-valori-nutrizionali
Parte edibile 100,0%
Proteine 9,6g
Lipidi TOT 14,4g
  Acidi grassi saturi 1,90g
  Acidi grassi monoinsaturi - g
  Acidi grassi polinsaturi - g
  Colesterolo 17,0mg
Carboidrati TOT 66,5g
  Zuccheri solubili 31,0g
Fibra alimentare 2,7g
Energia 440,0kcal
Sodio 15,0mg

Ricetta Casalinga in Breve

Ingredienti

180 g zucchero, 1 uovo, 1 tuorlo, 265 g farina 00, 110 g mandorle, 30 g burro, 10 g di vin santo o marsala, 0,5 g ammoniaca per dolci, 1 pizzico sale fino, QB aromi.

Procedimento

In una ciotola unire e amalgamare le uova con lo zucchero. In un'altra ciotola setacciare la farina, l'ammoniaca e il sale.

Ammorbidire il burro e aggiungerlo alle uova con lo zucchero assieme alle polveri; mescolare fino a ottenere un impasto. Aggiungere dunque le mandorle, il vin santo, gli aromi e mescolare.

Formare due filoncini lunghi quanto la leccarda da forno, sulla quale vengono riposti. Spennellarli col tuorlo. Cuocerli in forno caldo a 200 °C per 20 minuti.

Sfornare, lasciare intiepidire e tagliare i due filoncini a fette diagonali di 1-2 cm di spessore.

Disporre le fette di nuovo sulla teglia e infornare ulteriormente a 160 °C per 18 minuti.

Sfornare e lasciare raffreddare in luogo arieggiato e asciutto.

Cenni Storici

In passato, i cantucci più rinomati venivano confezionati nella città di Pisa.
La prima traccia storico letteraria dei cantucci venne riportata nel dizionario dell'Accademia della Crusca e risale al XVII secolo.
La ricetta iniziale (alla genovese) fu inserita in un manoscritto di Amadio Baldanzim, risalente al millesettecento. In questo documento i biscotti vengono detti alla genovese.
La ricetta iniziale (del 1600) era priva di mandorle, che vennero inserite in una variante detta “biscottelli” solo due secoli più tardi.
La ricetta ultima, divenuta classica, fu inventata da Antonio Mattei nel XIX secolo.




ARTICOLI CORRELATI

Biscotti al LatteBiscotti Integrali Vegani Senza Zucchero AggiuntoBiscotti al Cacao - Caratteristiche NutrizionaliBiscotti al Cacao Cotti nel Microonde - Pronti in 8 MinutiBiscotti in Padella FacilissimiLingue di GattoSavoiardi Fatti in CasaBaci di Dama VeganiBiscotti 2 Ingredienti in 3 minuti - con Banane e MuesliBiscotti al Burro di ArachidiBiscotti al Cioccolato Senza BurroBiscotti al CoccoBiscotti al Miele per l’Albero di NataleBiscotti alla Vaniglia Senza GlutineBiscotti Canestrelli con Poco BurroBiscotti Cantucci Senza BurroBiscotti con Farina di CanapaBiscotti Croccanti al LatteBiscotti Crudisti con Avena - Essiccati al SoleBiscotti Cuor di MelaBiscotti Cuor di Mela VeganiBiscotti di HalloweenBiscotti di Halloween – Ossa da MortoBiscotti di Pasta FrollaBiscotti Frollini Facilissimi - Campane di PasquaBiscotti Leggeri allo YogurtBiscotti Leggerissimi al Vino Senza Uova e BurroBiscotti Morbidi al Caffè - Per la Festa del PapàBiscotti Morbidi e Veloci alla Ricotta - Senza Burro e Senza OlioBiscotti Occhio di Bue - LeggeriBiscotti Proteici Vegan - Senza Farina, Uova, BurroBiscotti Quaresimali ToscaniBiscotti Semplici e VelociBiscotti Vegani con Farina di Ceci – Senza GlutineBiscotti Vegani in Padella - Facili e VelocissimiCookies Integrali VeganiGelato Biscotto - Senza Gelatiera - Facile e VeloceLingue di GattoMustaccioli o MostaccioliPapini - Biscotti Croccanti di Pasqua - Ciambelline di ChioggiaPasticcini alle Mandorle - Petite FourPavesini Ripieni Facilissimi e LeggeriRagni di Halloween - Biscotti ripieni al cioccolatoRicciarelli - Biscotti Natalizi alle MandorleSusamielli - Biscotti a STorta Fredda Velocissima con Banane e BiscottiZaletti - Biscotti con Farina di MaisBiscotti al Cioccolato - Ricetta per San ValentinoBiscotti alla Cannella per la Festa della MammaBiscotti della (S)fortuna di HalloweenBiscotti su Wikipedia italianoBiscuit su Wikipedia inglese