E542 - Fosfato d'ossa

E542 - Fosfato d'ossa - A cura di Giulia D'Alessandro - Dietista

E542 FOSFATO D'OSSA


Il fosfato d'ossa è un additivo derivato dai resti delle ossa delle carcasse di animali macellati, come mucche e maiali. Il fosfato d'ossa può essere utilizzato come antiagglomerante, ma anche come fonte di fosforo negli integratori alimentari. L'uso principale è nel settore cosmetico, dove viene utilizzato per esempio in alcuni dentifrici.
E' un additivo poco citato, ma bisogna porre attenzione alla sua presenza poiché - date le sue origini - ci potrebbe essere il rischio di trasmissione del “morbo della mucca pazza”. In alte dosi, il fosfato d'ossa diminuisce l'assorbimento del calcio alimentare.
L'origine di tale additivo lo rende inadatto al consumo da parte di persone che abbracciano pensieri o religioni come la dieta vegana, l'ebraismo, l'islam o l'induismo.

 

persone vegetariane, vegane, mussumlmane, ebree o Indù dovrebbero astenersi dal consumare tale additivo, la cui origine


DOSE ADI: Fino a 70 mg/kg di peso corporeo



E500 E503 E504 E505 E507 E508 E509 E510
E511 E512 E513 E514 E515 E516 E517 E520-523
E524 E525 E526 E527 E528 E529 E530 E535-536
E538 E541 E544-E545 E551 E552-E553 E554 E558 E559

Bibliografia - E542 - Fosfato d'ossa

Ultima modifica dell'articolo: 16/01/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ