E231 - Sodio-O-Fenilfenato

E232 - Sodio-O-fenilfenato - A cura di Giulia D'Alessandro - Dietista

Il sodio o-fenilfenato è il sale sodico del fenil fenolo. È un conservante sintetico, formato a partire dal fenil etere.
Si presenta come una polvere bianca; è molto solubile in acqua, a differenza dell'E231, ed è impiegato sempre per proteggere gli agrumi ed altri frutti (gli stessi dell'E231) dall'attacco di funghi del genere Penicillium, spruzzandoli o immergendoli direttamente.
Penetrando lentamente nella buccia, potrebbe essere anche ritrovato all'interno dei frutti stessi.
Tale conservante può essere rimosso facilmente con un semplice lavaggio dei frutti; nonostante ciò, possono sempre rimanere dei residui che, anche se ingeriti, vengono poi eliminati dai reni e non provocano reazioni avverse per la salute umana.
DOSE ADI: 0,2 mg per kg di peso corporeo.

 

→ Sia l'E231 che l'E232 presentano la stessa funzione del difenile, ma il loro utilizzo massimo è limitato a soli 12 mg/Kg. Sono utilizzati su: agrumi, pere, ciliegie, pesche, ananas, prugne, carote, patate, pomodori.


L'assunzione per un individuo di peso medio non dev'essere superiore ai 14 mg al giorno.

 


E200 E201 E202 E203 E210 E211 E212 E213
E214-E2119 E220 E221 E222 E223 E224 E225 E226
E227 E228 E230 231 E232 E233 E234 E235
E236 E237 E238 E239 E240 E242 E249 E250
E251 E252 E260 E261 E262 E263 E270 E280
E284 E285 E290 E296 E297      

Bibliografia - E232 - Sodio-O-fenilfenato

ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 12/09/2016