E214 - E219 Parabeni

E214 - E219 Parabeni - A cura di Giulia D'Alessandro - Dietista

I seguenti conservanti e i loro sali appartengono alla famiglia dei PARABENI, composti prodotti sinteticamente dall'acido benzoico ed utilizzati nell'industria cosmetica, farmaceutica ed alimentare, come  antibatterici ed antimicotici. Nello specifico questi composti sono:

  • E214 ETILE-PARA-OSSIBENZOATO o PARAIDROSSIBENZOATO D'ETILE → questo conservante deriva dal'E210. Può provocare, nelle persone predisposte, allergie, iperattività, asma, orticaria, insonnia, effetti anestetizzanti e vasodilatatori, crampi. Spesso è impiegato in cosmetici e farmaci.
  • E215 ETILE-P-OSSIBENZOATO, sale sodico
  • E216 PROPILE-P-OSSIBENZOATO o PARA IDROSSIBENZOATO DI PROPILE (PARABENE)
  • E217 PROPIL- P-OSSIBENZOATO, sale sodico o PROPIL-P-IDROSSIBENZOATO DI SODIO
  • E218 METILE P-OSSIBENZOATO o PARA-IDROSSIBENZOATO DI METILE: può essere causa di irritazioni cutanee dovute ad allergia a tal conservante (PARABENE).
  • E219 METILE P –OSSIBENZOATO, sale sodico o METIL-PARA IDROSSIBENZOATO DI SODIO

Nota: E215, E216, E217, E218 ed E219 si pensa possano provocare le stesse reazioni descritte per l'E214.

Sulla tossicità di questa famiglia di conservanti ci sono teorie divergenti. Si tratta di conservanti che, generalmente, vengono escreti con le urine sottoforma di acido ippurico, quindi solitamente non si accumulano nell'organismo umano; nonostante ciò, ci sono motivi per credere che non siano così innocui: infatti, si pensa che in futuro possano essere addirittura proibiti.
Si pensa che i parabeni possano provocare: irritazione gastrica con relativi disturbi digestivi, problemi di crescita, insonnia, asma, irritazione oculare, orticaria, iperattività, e reazioni allergiche in persone sensibili all'aspirina o che soffrono di asma.
Da 15 anni a questa parte, sono iniziate delle ricerche per appurare se esistono effetti negativi anche sugli organi riproduttori e sugli embrioni.
È quindi sconsigliato, per tutti i motivi sopraccitati, il consumo frequente di alimenti contenenti parabeni, soprattutto da parte dei bambini.
DOSE ADI:10mg per Kg di peso corporeo.



E200 E201 E202 E203 E210 E211 E212 E213
E214-E2119 E220 E221 E222 E223 E224 E225 E226
E227 E228 E230 231 E232 E233 E234 E235
E236 E237 E238 E239 E240 E242 E249 E250
E251 E252 E260 E261 E262 E263 E270 E280
E284 E285 E290 E296 E297      

Bibliografia - E214 - E219 Parabeni

Ultima modifica dell'articolo: 13/08/2016