Stretching Muscoli dell'Anca

Principali Muscoli interessati

GambeSchiena

Difficoltà Workout

Facili

Descrizione Workout Stretching Muscoli dell'Anca

I muscoli dell’anca, sono classificati in 2 gruppi: il primo gruppo è formato dal muscoli della fossa iliaca (piccolo psoas e ileo psoas), mentre il secondo gruppo dai muscoli della regione glutea (grande, medio e piccolo gluteo, piriforme, otturatore interno, due gemelli e quadrato del femore). Il mantenimento dell’elasticità e della tonicità di questi muscoli consente di: ridurre le probabilità di insorgenza di sindrome del piriforme e sciatalgia, ridurre l’eventuale dolore legato all’artrosi delle anche, migliorare la postura e l’equilibrio. Gli esercizi proposti vi consentiranno di allungare e migliorare la flessibilità dei muscoli posteriori dell' anca; inoltre, lo stretching previene gli infortuni e riduce i traumi muscolari. Prima di eseguire esercizi è bene svolgere qualche minuto di riscaldamento, che può essere globale (con movimenti utili per innalzare la temperatura corporea) o articolare (con l'esecuzione di movimenti rotatori). Mentre si esegue lo stretching, sarebbe auspicabile tenere il diaframma e l'addome decontratti, respirando in modo tranquillo. Per fare ciò, si consiglia di inspirare l'aria dal naso (per avere la giusta umidità) ed espirare nuovamente dal naso, o meglio, dalla bocca. Durante la fase di allungamento (che deve durare circa 5-10 secondi) si espira, quando si raggiunge il punto massimo di allungamento si inspira e si continua a respirare in modo tranquillo rimanendo nel punto di massimo allungamento per altri 10-15”; si consiglia di non superare i 30” tra fase di allungamento e raggiungimento della massima estensione.

NOTE:

  • Livello: 2
  • Eseguire 2/3 round a giorni alterni
ESERCIZI:
  1. RISCALDAMENTO
  2. STRETCHING

Altri esercizi per Gambe - Facili

Vedi tutti gli esercizi per Gambe

Altri esercizi per Schiena - Facili

Vedi tutti gli esercizi per Schiena
Allenati a Casa con i nostri Workout



Follow Terry on