Maggiorana nelle Tisane

Nome Scientifico e parte di pianta utilizzata: Maggiorana (Origanum majorana) sommità fiorite

Maggiorana: introduzione, proprietà fitoterapiche e principi attivi

Maggiorana

La Maggiorana (Origanum majorana L.), conosciuta anche con il nome di Grande Origano, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Labiatae.

La Maggiorana è originaria dell'Europa e delle regioni centro-meridionali dell'Asia. La Maggiorana predilige terreni secchi e ben drenati. Il Grande Origano cresce bene anche se viene coltivato in vaso.

La Maggiorana viene usata in fitoterapia ad uso interno per le sue proprietà: aromatiche, eupeptiche, digestive, antispastiche, bechiche e stimolanti, mentre per uso esterno vanta proprietà: balsamiche, antisettiche ed antinfiammatorie.

La Maggiorana trova quindi impiego per uso interno nel trattamento delle turbe digestive, della dispepsia, della flatulenza, della diarrea, del meteorismo, dell'emicrania e della cefalea. Per uso esterno, la Maggiorana è adatta per suffumigi contro tosse, bronchiti, raffreddore, infiammazioni del cavo orale, affezioni bronchiali, tosse e raffreddore.

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono le sommità fiorite e le foglie. La Maggiorana viene confusa facilmente con l'Origano (Origanum vulgare L.) in quanto l'aspetto è molto simile, ma differiscono nel gusto. I principi attivi caratterizzanti sono: olio essenziale (terpen-4-olo, alfa-terpinolo, 4-tuianolo, linalolo), acido rosmarinico, acido caffeico, composti flavonici, tannini, acido ursolico, acido oleanolico, vitamina A ed acido ascorbico.

Maggiorana: modo d'uso, dosaggi, formulazioni ed impiego nelle tisane

Nella moderna fitoterapia la Maggiorana viene utilizzata sottoforma di infuso e tintura madre. Le dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: 5 grammi di droga Maggiorana in 100 ml di acqua bollente (infuso al 5%), 40 gocce di Maggiorana tintura madre tre volte al giorno.

La Maggiorana può provocare irritazioni della pelle e degli occhi. L'olio essenziale possiede proprietà diuretiche ed ipotensive. A dosaggi elevati, l'olio essenziale di Maggiorana, può provocare ematuria.

A scopo cautelativo l'uso della Maggiorana è sconsigliato in gravidanza ed in allattamento. Evitare qualsiasi tipo di prodotti a base di Maggiorana in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più principi attivi contenuti nella droga.

L'impiego della Maggiorana nelle tisane trova spazio per le sue proprietà aromatiche, eupeptiche, digestive, antispastiche, bechiche e stimolanti. Tipica della medicina popolare, la Maggiorana viene utilizzata come antispastico e digestivo.

Le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tisane popolari che contengono le sommità fiorite della Maggiorana.

Esempi di Tisane che contengono Maggiorana

Vedi anche: Indice A-Z delle piante medicinali usate per la preparazione di tisane



Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015