Mais nelle Tisane

Nome Scientifico e parte di pianta utilizzata: Granoturco (Zea mais) stimmi

Mais: introduzione, proprietà fitoterapiche e principi attivi

Mais

Il Granoturco (Zea mays L.), conosciuto anche con il nome di mais, è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Graminaceae.

Il Mais è originario dell'America centro-meridionale e cresce bene in zone con clima caldo e temperato.

Il Granoturco viene usato in fitoterapia ad uso interno per le sue proprietà diuretiche, sedative delle vie urinarie, depurative, coleretiche e colagoghe, mentre per uso esterno vanta proprietà antiflogistiche, emollienti ed idratanti.

Il Granoturco trova quindi impiego per uso interno nel trattamento delle nefrolitiasi, della renella, della cistite, delle affezioni reumatiche, della gotta e dell'obesità (coadiuvante). Per uso esterno, il mais è adatto per idratare la cute e per attenuare le eventuali infiammazioni cutanee.

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono gli stimmi o stigmi e le giovani radici. Le giovani radici vengono usate in gemmoterapia perché sono dotate di attività cardiaca. I principi attivi contenuti nel mais sono: sali di potassio, olio essenziale, resina, sostanze grasse, vitamina K3, acido salicilico, acido oleico, acido linoleico, fitosteroli, alcaloidi, carvacrolo, tannini, glucosio, maltosio ed allantoina. Dubbia la presenza di flavonoidi, saponine ed amari glicosidici.

Mais: modo d'uso, dosaggi, formulazioni ed impiego nelle tisane

Nella moderna fitoterapia il Granoturco viene utilizzato sottoforma di decotti, estratto fluido, macerato glicerico e tintura madre. Le dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: 3 grammi di droga in 100 ml di acqua bollente (infuso al 3%, 4-6 tazze al giorno), 3-5 g di estratto fluido di Granoturco (1g = 39 gocce), 30 gocce di Mais tintura madre tre volte al giorno, 30 gocce di macerato glicerico 2-4 volte al dì (MG1DH).

Il Granoturco non presenta particolari effetti collaterali alle dosi terapeutiche, a meno che non ci sia un'accertata ipersensibilità ad uno o più componenti della droga. Un uso prolungato ed eccessivo di Granoturco può causare diarrea, vomito e coliche.

A scopo cautelativo l'uso di Mais è sconsigliato durante la gravidanza e l'allattamento. Evitare l'impiego di prodotti ed estratti a base di Granoturco durante la terapia con farmaci diuretici (probabile sommazione degli effetti).

L'impiego del Granoturco nelle tisane trova spazio per le sue proprietà diuretiche, sedative della muscolatura liscia delle vie urinarie, depurative, coleretiche e colagoghe. Tipici della medicina popolare, gli stimmi di Granoturco vengono utilizzati in vari decotti ed estratti fluidi come antispastici della muscolatura liscia e diuretici; tuttavia mancano studi relativi alla sicurezza all'uso, in quanto contengono alcaloidi. I germi dei semi e i semi stessi si usano per la produzione dell'olio di mais, molto valido dal punto di vista alimentare e dietetico. L'olio di Mais possiede un'azione ipocolesterolemizzante data dall'elevata presenza di acidi polinsaturi (47%). In ambito cosmetico l'olio di Mais viene usato come emolliente ed idratante per le pelli secche e senili.

Le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tisane popolari che contengono gli stimmi o stigmi di Granoturco.

Esempi di Tisane che contengono Mais

Vedi anche: Indice A-Z delle piante medicinali usate per la preparazione di tisane



Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015