Frassino nelle Tisane

Nome Scientifico e parte di pianta utilizzata: Frassino (Fraxinus excelsior) foglie

Frassino: introduzione, proprietà fitoterapiche e principi attivi

Frassino

Il Frassino (Fraxinus excelsior L.), noto anche come Frassino comune, è un albero appartenente alla famiglia delle Olaeaceae.

Il Frassino comune è originario dell'Europa e dell'Asia minore. Cresce in zone con clima fresco e temperato, prediligendo terreni ombrosi e ricchi di humus.

Il Frassino viene usato in fitoterapia ad uso interno per le sue proprietà: diuretiche, analgesiche, toniche, febbrifughe, lassative ed antinfiammatorie, mentre per uso esterno vanta proprietà tonificanti.

Il Frassino trova quindi impiego per uso interno nel trattamento dei reumatismi, della ritenzione idrica, della litiasi renale, del colesterolo e della litiasi biliare. Dubbie le proprietà anticellulite del Frassino.

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono: le foglie, la corteccia, i rami giovani e le gemme. Le foglie possono avere attività lassativa per la presenza di acido malico, sali di calcio e mannitolo. I semi hanno proprietà terapeutiche analoghe a quelle delle foglie. Nei semi è contenuto l'olio essenziale ed un olio grasso molto simile a quello del girasole. La corteccia possiede attività febbrifughe e toniche, infatti la pianta del Frassino veniva chiamata China d'Europa. Le gemme possiedono attività diuretica, uricosurica, antiflogistica ed ipocolesterolemizzante. Le gemme sono largamente usate nella gemmoterapia.

I principi attivi contenuti nelle foglie del Frassino comune sono: acido ursolico, benzochinone, mannitolo, tannini, acidi fenolici, cumarina (fraxoside ed esculoside), flavonoidi, acido ascorbico ed iridoidi. Nella corteccia i principi attivi caratterizzanti sono: cumarine (fraxoside ed esculoside), siringoside e tannini.

Frassino: modo d'uso, dosaggi, formulazioni ed impiego nelle tisane

Nella moderna fitoterapia il Frassino viene utilizzato sottoforma di estratti secchi titolati, infusi, decotti, polveri, estratto fluido e tintura madre. Le relative dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: un cucchiaino da dessert di droga in una tazza d'acqua bollente (infuso), 30-60 grammi di droga in un litro d'acqua (decotto), 100-150 mg di polvere per capsula, 154 mg in una capsula da 300 mg di estratto secco da nebulizzare (titolato in rutoside allo 0,30 % minimo), 0,1-1 g di estratto fluido di Frassino (1g = 43 gocce), 50 gocce di Frassino tintura madre due-tre volte al giorno.

Il Frassino non presenta particolari effetti collaterali alle dosi terapeutiche, a meno che non vi sia un'accertata ipersensibilità del paziente ad uno o più principi attivi contenuti nella droga. Le piante che hanno azione diuretica possono interagire con i farmaci diuretici (possibile sommazione degli effetti).

A scopo cautelativo l'impiego del Frassino e di tutti i suoi estratti è sconsigliato durante la gestazione e l'allattamento. Evitare prodotti a base di Frassino in caso di terapia con farmaci diuretici.

L'impiego del Frassino nelle tisane trova spazio per le sue proprietà diuretiche, analgesiche, toniche, febbrifughe, lassative ed antinfiammatorie. Nella medicina popolare l'infuso di foglie di Frassino è usato come diuretico, uricosurico ed antinfiammatorio. L'estratto secco di corteccia può essere prescritto come antireumatico. Le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Il Frassino comune non dev'essere confuso con il Frassino della manna (Fraxinus ornus L.) dal cui fusto si estrae un essudato ricco di mannitolo. Quest'ultimo viene usato in medicina come diuretico e lassativo osmotico. La manna, invece, viene usata nei sciroppi per l'infanzia.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tisane popolari che contengono le foglie di Frassino.

Esempi di Tisane che contengono Frassino

Vedi anche: Indice A-Z delle piante medicinali usate per la preparazione di tisane



Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015