Epilobio nelle Tisane

Nome Scientifico e parte di pianta utilizzata: Epilobio (Epilobium angustifolium) fiori

Epilobio: introduzione, proprietà fitoterapiche e principi attivi

Epilobio

L'Epilobio (Epilobium angustifolium L.), chiamato anche con il nome di garofanino di bosco, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Oenotheraceae.

L'Epilobio è originario dell'Austria e cresce in modo spontaneo lungo i torrenti e nelle zone di montagna.

L'Epilobio viene usato in medicina popolare ad uso interno per le sue proprietà: espettoranti, antinfiammatorie, analgesiche ed astringenti, mentre per uso esterno vanta proprietà: astringenti, emollienti ed antiflogistiche.

L'Epilobio trova quindi impiego per uso interno nel trattamento dell'adenoma della prostata, della diarrea, della tosse e delle infiammazioni delle vie aeree. Per uso esterno, l'Epilobio è adatto per curare le dermatiti, le infiammazioni del cavo orale e nella cura delle afte.

In fitoterapia viene utilizzata l'intera pianta di Epilobio. Le foglie tenere ed i giovani germogli di Epilobio possono essere usati, crudi o cotti, nella preparazione di insalate. I principi attivi contenuti nella pianta di Epilobio sono: flavonoidi (derivati del kaempferolo, quercetina, miricetina), beta-sitosterolo, derivati dell'acido gallico, acidi triterpenici (ursolico, oleanico), mucillagini e zuccheri.

Epilobio: modo d'uso, dosaggi, formulazioni ed impiego nelle tisane

Nella moderna fitoterapia l'Epilobio viene utilizzato sottoforma di infusi e tintura madre. Le relative dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: 1,5-2 grammi di droga Epilobio in una tazza di acqua bollente (infuso), 40 gocce di Epilobio tintura madre due volte al giorno.

Alle dosi terapeutiche l'Epilobio non provoca particolari effetti collaterali, a meno che non ci sia ipersensibilità accertata verso uno o più principi attivi contenuti nella droga.

A scopo cautelativo l'impiego di Epilobio è sconsigliato durante la gestazione e l'allattamento.

L'impiego dell'Epilobio nelle tisane trova spazio per le sue proprietà espettoranti, antinfiammatorie, analgesiche ed astringenti. Nella medicina popolare l'Epilobio viene utilizzato nelle tisane come antinfiammatorio specifico per le infiammazioni a carico di vescica e prostata; mancano tuttavia adeguati studi clinici che ne confermino efficacia e sicurezza. Infatti, le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tisane popolari che contengono i fiori di Epilobio.

Esempi di Tisane che contengono Epilobio

Vedi anche: Indice A-Z delle piante medicinali usate per la preparazione di tisane



ARTICOLI CORRELATI