Correggiola nelle Tisane

Nome Scientifico e parte di pianta utilizzata: Correggiola (Polygonum aviculare) fiori

Correggiola : introduzione, proprietà fitoterapiche e principi attivi

Correggiola

La Correggiola(Polygonum aviculare L.), chiamata anche Centinodio o Centinodia, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Polygonaceae.

La Correggiolaè diffusa in tutto il mondo ed in Italia è presente su tutto il territorio. La Centinodia cresce molto bene in campi incolti, ai lati delle strade o dei sentieri.

La Correggiola viene usata in fitoterapia ad uso interno per le sue proprietà espettoranti, diuretiche e rimineralizzati, mentre per uso esterno vanta proprietà antiemorragiche, cicatrizzanti ed antiflogistiche.

La Correggiolatrova quindi impiego per uso interno nel trattamento dell'osteoporosi, dell'ipertensione, della diarrea, della litiasi renale e delle affezioni bronchiali. Per uso esterno, la Correggiola è adatta per il trattamento di ferite, piaghe e per favorire la cicatrizzazione.

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono i fiori, ma possono essere usate anche le foglie e le radici. La Correggiola è particolarmente ricca in silicio come l'Equiseto (Equisetum arvense), la Piantaggine (Plantago lanceolata) e la Polmonaria (Pulmonaria officinalis). I principi attivi caratterizzanti sono: tannini, flavonoidi (avicularina), mucillagini, acido salicico, acidi fenolcarbossilici e derivati cumarinici.

Correggiola : modo d'uso, dosaggi, formulazioni ed impiego nelle tisane

Nella moderna fitoterapia la Correggiola viene utilizzata sottoforma di decotti, tisane, succo fresco, infusi e tintura madre. Le relative dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: 1,5 grammi di droga Correggiola in 100 ml di acqua fredda (decotto), 4 grammi di Centinodio in 150 ml di acqua bollente (tre tazze di infuso al giorno), 40 gocce di Correggiola tintura madre tre volte al giorno. Il succo fresco di Corregiola veniva usato in passato contro l'epistassi.

Alle dosi terapeutiche la Correggiola non possiede alcun effetto collaterale, a meno che non ci sia un'ipersensibilità accertata verso uno o più principi attivi contenuti nella droga. Inoltre, la Correggiola può causare irritazione gastrica ed interazioni farmacologiche dovute alla presenza dei tannini.

L'impiego della Correggiola è controindicato in gravidanza e in allattamento.

L'impiego della Correggiola nelle tisane trova spazio per le sue proprietà espettoranti, diuretiche e rimineralizzati. Nella medicina popolare il Centinodio viene utilizzato nelle tisane come diuretico ed antidiarroico. Mancano tuttavia adeguati studi clinici che ne confermino efficacia e sicurezza. Infatti, le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tisane popolari che contengono i fiori e la pianta intera della Correggiola .

Esempi di Tisane che contengono Correggiola

Vedi anche: Indice A-Z delle piante medicinali usate per la preparazione di tisane