Velocità di nuoto critica


Il CSS (critical swim speed) misura il massimo consumo di ossigeno (VO2max) di un soggetto.

MATERIALE OCCORRENTE:

  • piscina (meglio se olimpica)
  • cronometro
  • assistente
  • penna e notes

PROTOCOLLO DI ESECUZIONE:


Dopo un adeguato riscaldamento avvicinarsi alla pedana ed iniziare il test partendo da una posizione di spinta (non con un tuffo).

Percorrere 400 metri nel più breve tempo possibile e registrare il tempo impiegato.

Recuperare per qualche minuto, dopodichè percorrere 50 metri alla massima velocità possibile e registrare il tempo impiegato.


ANALISI DEI RISULTATI:


L'analisi dei risultati permette di stabilire il VO2max dell'atleta e, se riferita a test precedenti, è in grado di dare una stima dei miglioramenti o peggioramenti della prestazione.




400 metri secondi
50 metri secondi
 
 
Velocità di nuoto critica metri/secondi

 

 

Oppure utilizza la seguente formula:


CSS = (D2 - D1) ÷ (T2 - T1)

 

Dove D1 = 50, D2 = 400, T1 = tempo in secondi impiegato nei 50 metri T2 = tempo in secondi impiegato nei 400 metri


La velocità di nuoto critica oltre a misurare la capacità aerobica di un nuotatore è in grado di fornire utili indicazioni per l'allenamento dell'atleta. Per esempio:

Un nuotatore che ha un CSS (critical swim speed) di 1.2 m/s ed ha in programma di compiere 4 ripetute da 400 metri dovrebbe allenarsi impiegando 333 secondi per ogni ripetuta.

400/CSS= 400/1.2=333 secondi=5 minuti e 33 secondi



Ultima modifica dell'articolo: 26/11/2016