Sintomi Virus Zika

Definizione

Il virus Zika è l'agente causale di una malattia virale acuta, che provoca manifestazioni cliniche molto simili a quelle della dengue e della chikungunya.

L'infezione nell'uomo viene trasmessa prevalentemente con la puntura delle zanzare del genere Aedes (A. aegypti e A. albopictus), pur essendo possibile un contagio diretto attraverso emoderivati o per via sessuale.

Il virus è stato riscontrato anche nella placenta e nel liquido amniotico di donne gravide, quindi può verificarsi un contagio materno-fetale; tale modalità di trasmissione può avere effetti teratogeni sull'embrione, soprattutto se l'infezione è contratta nel primo trimestre di gestazione (si ritiene che l'agente virale possa determinare casi di microcefalia ed altre malformazioni fetali).

Il virus Zika è presente nelle regioni tropicali e sub-tropicali di Americhe, Africa, Asia meridionale e Pacifico occidentale.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Virus Zika

Ulteriori indicazioni

Dopo la puntura di una zanzara infetta, i sintomi della febbre da virus Zika tendono a verificarsi dopo un periodo di incubazione di 3-12 giorni.

L'infezione provoca sintomi simil-influenzali, come febbricola, astenia, congiuntivite, mal di testa, mialgia e dolori articolari (soprattutto alle mani ed ai piedi). Inoltre, può manifestarsi un'eruzione cutanea maculo-papulare, che spesso ha inizio sul viso, quindi si diffonde al resto del corpo. La febbre da virus Zika ha generalmente un decorso benigno e, di solito, si risolve spontaneamente entro 2-7 giorni.

Occorre segnalare che una persona su quattro non sviluppa sintomatologia.

Al momento, le complicazioni della malattia sono poco note. Tuttavia, durante i recenti focolai di Zika, si è riscontrato un insolito incremento della sindrome di Guillain-Barré (complicanza neurologica dovuta ad una risposta immunitaria che attacca erroneamente una parte del sistema nervoso); questa potenziale associazione è tuttora oggetto di studio. Ulteriori indagini sono necessarie anche per chiarire il collegamento tra l'infezione delle donne incinte e l'aumento di bambini nati con microcefalia.


Virus Zika Microcefalia

La febbre da virus Zika è diagnosticata sulla base dei sintomi, l'anamnesi recente (quali punture di zanzara o viaggi in una zona endemica) e su prove di laboratorio che dimostrano l'avvenuta infezione (esami sierologici e RT-PCR).

Attualmente, non sono disponibili farmaci antivirali specifici o vaccini adatti a curare e a prevenire la febbre da virus Zika. Il trattamento è rivolto, quindi, a controllare i sintomi e prevede il riposo, l'assunzione di fluidi e l'uso di analgesici e di antipiretici. La maggior parte dei pazienti guarisce completamente senza complicanze neurologiche.

Il modo migliore per prevenire l'infezione, invece, è quello di evitare di essere punti dalla zanzare nelle aree endemiche, attraverso il controllo dei siti che supportano la riproduzione dei vettori (es. cavità degli alberi e superfici d'acqua naturali o artificiali).

Inoltre, è possibile ricorrere a insetticidi contenenti DEET, zanzariere e indumenti protettivi.