Sintomi Ulcera gastrica

Articoli correlati: Ulcera gastrica

Definizione

L'ulcera gastrica è un'erosione della mucosa dello stomaco, simile - per intenderci - alla lesione lasciata da un mozzicone di sigaretta spento sulla pelle. In alcuni casi, la ferita peggiora progressivamente, spingendosi in profondità e raggiungendo la sottomucosa e lo strato muscolare dello stomaco. In casi estremi può arrivare addirittura a perforare l'organo, determinando emorragie e occlusioni per la cicatrizzazione dei tessuti.

All'origine dell'ulcera gastrica c'è uno squilibrio nelle difese naturali di cui dispone la mucosa dello stomaco. In condizioni normali, infatti, il muco di rivestimento delle pareti interne dello stomaco, e altri meccanismi di difesa (es. prostaglandine, flusso sanguigno ecc.), proteggono i tessuti dall'azione lesiva dei succhi gastrici, che favoriscono il processo digestivo e sono altamente acidi. Tutto ciò che altera questa barriera e ostacola i naturali processi di difesa rende le pareti interne dello stomaco più vulnerabili all'azione corrosiva dei succhi gastrici.

Il principale fattore che mina le capacità di difesa e riparazione della mucosa gastrica è l'Helicobacter pylori. Questo batterio, infatti, si insidia tra il muco e la parete gastrica, evitando l'attacco degli acidi e rilasciando una serie di sostanze che danneggiano lo strato di mucosa.

Oltre all'infezione cronica da Helicobacter pylori, esiste tutta una serie di fattori che contribuiscono alla comparsa della malattia; tra questi, ricordiamo: abitudini alimentari errate, fumo di sigaretta, stress psichico e abuso cronico di alcol. La malattia può essere conseguenza anche di una gastrite o dell'uso prolungato di farmaci gastrolesivi (in particolare, antinfiammatori non steroidei e cortisonici). Più raramente, invece, è espressione di un tumore.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Ulcera gastrica

Ulteriori indicazioni

I sintomi dell'ulcera gastrica dipendono dalla localizzazione della lesione e dall'età del paziente. Caratteristica è l'insorgenza di dolore sordo, simile ad un crampo, e di un senso di bruciore nella regione alta e centrale dell'addome; tali sintomi insorgono tipicamente poco dopo aver mangiato. Il dolore post-prandiale, a volte, è descritto come un senso di indolenzimento, pressione, pesantezza o di vuoto. È possibile, inoltre, che compaiano altri sintomi, come digestione difficile, nausea, vomito, eruttazioni, gonfiore a livello addominale, mancanza di appetito e perdita di peso. In altri casi, i sintomi sono del tutto assenti.

L'ulcera gastrica è, di solito, cronica e ricorrente, cioè si presenta con riacutizzazioni intervallate da periodi di apparente guarigione. L'ulcera gastrica può complicarsi in un'emorragia digestiva, quando, diventando sufficientemente profonda, arriva ad erodere i vicini vasi sanguigni. L'eventuale complicanza emorragica può essere visibile ad occhio nudo per l'emissione di feci scure catramose (melena) e la comparsa di vomito ematico (ematemesi) o di materiale caffeano. Astenia e anemia sono dovute alla perdita di sangue.

Come abbiamo visto, nei casi estremi la lesione può addirittura estendersi attraverso tutto lo spessore della parete dello stomaco. Segnale d'allarme della perforazione dell'organo è la comparsa di un intenso dolore trafittivo, simile ad una pugnalata a livello dello stomaco, improvviso e persistente.

La diagnosi di ulcera gastrica è posta tramite esame endoscopico, biopsie della mucosa gastrica e la contemporanea ricerca dell'infezione da Helicobacter pylori.

Il trattamento dell'ulcera prevede l'uso di farmaci in grado di ridurre l'acidità dei succhi gastrici e dare alla mucosa il tempo di rigenerare. I farmaci più utilizzati sono i classici antiacidi (come l'idrossido di alluminio), ma soprattutto gli inibitori della pompa protonica (omeprazolo e derivati) e gli H2 antagonisti (es. cimetidina e ranitidina). Contro l'Helicobacter pylori (se presente), viene associata anche una terapia antibiotica in grado di eradicare l'infezione. L'emorragia digestiva e l'ulcera perforata, invece, richiedono sempre un trattamento medico-chirurgico immediato.


ARTICOLI CORRELATI

Caffè, caffeina, gastrite ed ulcera gastricaGastrite CronicaUlcera gastricaUlcera gastrica - Cause, Sintomi, Cure e PrevenzioneSintomi Sindrome di Zollinger-EllisonUlcera gastrica su Wikipedia italianoGastric ulcer su Wikipedia ingleseFarmaci per curare l'UlceraGastroprotettoriRimedi per l'Ulcera PepticaUlceraUlcera PerforanteEsomeprazoloFarmaci gastrolesiviUlcera duodenaleUlcera duodenale- Video: Cause, Sintomi, CureAntagonisti dei recettori H2 dell'istaminaAntra - Foglietto IllustrativoANTRA ® OmeprazoloBIOMAG ® CimetidinaCitoprotettori antiulceraCytotec - Foglietto IllustrativoFisiologia dell'ambiente gastrico ed ulcera pepticaGastrogel - Foglietto IllustrativoInibitori della Pompa Protonica (IPP)Lansoprazolo - Farmaco Generico - Foglietto IllustrativoLANSOPRAZOLO EG ® - LansoprazoloLansox - Foglietto IllustrativoLANSOX ® - LansoprazoloLimpidex - Foglietto IllustrativoLosec - Foglietto IllustrativoLucen - Foglietto IllustrativoLUCEN ® - EsomeprazoloMaalox Reflusso - Foglietto IllustrativoMepral - Foglietto IllustrativoNANSEN ® - OmeprazoloNexium - Foglietto IllustrativoNexium Control - Foglietto IllustrativoNEXIUM ® - EsomeprazoloOmeprazen - Foglietto IllustrativoPantorc - Foglietto IllustrativoPANTORC ® - PantoprazoloPariet - Foglietto IllustrativoPARIET ® - RabeprazoloPeptazol - Foglietto IllustrativoPEPTAZOL ® - PantoprazoloProtec - Foglietto IllustrativoRiopan - Foglietto IllustrativoRIOPAN ® - MagaldratoSintomi Ulcera duodenaleSintomi Ulcera pepticaTAGAMET ® CimetidinaUlcera su Wikipedia italianoUlcer su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016