Sintomi Torsione annessiale

Definizione

La torsione annessiale è un'emergenza ginecologica causata dalla parziale o completa rotazione del peduncolo ovarico sul suo asse. Questo evento può interrompere il normale flusso arterioso ed il drenaggio venoso (quindi il sangue che arriva e diparte dall'ovaia), causando ischemia e necrosi. Solitamente, la patologia colpisce donne in età fertile.

La torsione annessiale può coinvolgere l'ovaia e/o la corrispondente tuba di Falloppio.
Possibili fattori di rischio comprendono l'induzione dell'ovulazione in preparazione alla fecondazione assistita, la gravidanza (soprattutto durante le fasi iniziali) e l'aumento delle dimensioni dell'ovaia oltre i 4-6 cm (spesso associato alla presenza di masse ovariche di natura neoplastica).

Condizioni favorenti possono essere anche la presenza di una cisti ovarica (soprattutto se solida), l'idrosalpinge, la legatura tubarica ed i pregressi interventi chirurgici che aumentano la mobilità degli annessi.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Torsione annessiale

Ulteriori indicazioni

Nella maggior parte dei casi, la torsione annessiale dell'ovaia e della relativa tuba si presenta unilateralmente, mentre è raro che sia bilaterale e sincrona.

La torsione annessiale causa un dolore pelvico intenso, improvviso ed unilaterale, che può durare diverse ore. Al contempo, si possono manifestare anche nausea e vomito e, talvolta, diarrea o costipazione (sintomi che possono confondere la diagnosi). La paziente può avvertire tensione nell'area più bassa dell'addome e possono comparire febbre e tachicardia.
Frequentemente, il dolore associato alla torsione annessiale insorge o cessa dopo bruschi movimenti del corpo. Inoltre, si può irradiare posteriormente alla schiena, lateralmente e alla coscia.
La presenza di dolori ovulatori ricorrenti può essere una spia di episodi a risoluzione spontanea di torsione favoriti dall'aumento delle secrezioni e della motilità tubarica. In questi casi, il dolore è generalmente di tipo colico ed intermittente. La torsione annessiale può causare una peritonite ed un ritardo nell'intervento può condurre ad un danno irreversibile della tuba e/o dell'ovaia.

Di solito, la diagnosi è confermata dall'ecocolordoppler transvaginale. Spesso, sono presenti anche segni di irritazione peritoneale, dolorabilità alla mobilitazione cervicale e presenza di una massa annessiale a localizzazione unilaterale.

La terapia si può avvalere di un intervento laparoscopico o laparotomico di detorsione conservativa. La salpingo-ovariectomia si rende necessaria in presenza di tessuto estesamente ischemico o necrotico.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016