Sintomi Tenosinovite

Malattie simili e sinonimi: sinoviti tendinee.

Articoli correlati: Tenosinovite

Definizione

La tenosinovite è un'infiammazione tendinea che interessa anche la guaina sinoviale (struttura che protegge il tendine dagli attriti con le strutture adiacenti).

Le cause che determinano l'insorgenza di una tenosinovite sono generalmente meccaniche e comprendono traumi e sollecitazioni funzionali prolungate (sforzi eccessivi). La tenosinovite può essere riconducibile anche a malattie reumatiche, patologie sistemiche o infezioni. Tra le forme più comuni vi sono la tenosinovite cronica stenosante del pollice (detta anche sindrome di De Quervain), la tenosinovite del tibiale anteriore e la tenosinovite stenosante dei flessori delle dita (il cosiddetto "dito a scatto").

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Tenosinovite

Ulteriori indicazioni

La tenosinovite si manifesta con dolore intenso, riduzione dei movimenti e produzione di liquido (versamento articolare sieroso) che può generare tumefazioni. L'infiammazione rende la guaina sinoviale rugosa ed irregolare (es. la tenosinovite crepitante è associata ad un crepitio che accompagna il movimento dell'articolazione interessata) oppure dura, spesso con la formazione di un nodulo all'interno del tendine. Nelle fasi successive, il tendine potrebbe bloccarsi quando viene flesso, per poi estendersi improvvisamente con uno schiocco (tenosinovite a scatto).

Un'infiammazione cronica può causare aderenze cicatriziali con i tessuti vicini che limitano la mobilità. Nelle tenosinoviti infettive, il processo flogistico può assumere caratteri suppurativi, con formazione di pus entro il tessuto infiammato, arrossamento e calore della cute sovrastante.

Le sedi più frequentemente colpite da tenosinovite sono le mani, il polso, l'avambraccio, la spalla, l'anca, il piede ed il tendine d'Achille.

Il trattamento prevede l'immobilizzazione, l'applicazione di calore umido e l'assunzione di antinfiammatori. A volte, l'iniezione di corticosteroidi può fornire un sicuro e rapido sollievo dal dolore. Se la terapia corticosteroidea fallisce, si può tentare la liberazione chirurgica.