Sintomi Tendinite

Articoli correlati: Tendinite

Definizione

La tendinite è l'infiammazione di un tendine.

I tendini sono strutture che collegano le ossa ai muscoli. Sono formati da tessuto connettivo elastico, ma nel contempo molto resistente, ed hanno la funzione di trasmettere all'osso la forza sviluppata dal muscolo. Nel corpo umano se ne contano circa 4000.

Spesso, la tendinite si sviluppa in seguito a sollecitazioni ripetute che finiscono col danneggiare le fibre che compongono il tendine. Possono contribuire anche traumi importanti, lo stiramento, i vizi posturali e l'esercizio fisico con abuso di particolari articolazioni e gruppi muscolari (tennisti, ballerini ecc.).

Il rischio di tendinite può aumentare anche in presenza di malattie sistemiche, tra cui artrite reumatoide, gotta, ipercolesterolemia e diabete. Alcuni antibiotici chinolonici e ripetute infiltrazioni con corticosteroidi, inoltre, possono aumentare il rischio di tendinopatia e rottura del tendine.

La tendinite colpisce più comunemente le spalle, i gomiti (es. epicondilite o "gomito del tennista"), le mani, i polsi, le ginocchia e le caviglie (tendine d'Achille).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Tendinite

Ulteriori indicazioni

La tendinite si manifesta con dolore al movimento e alla palpazione. A volte, se la flogosi si estende alle guaine tendinee, può associarsi una tumefazione del tendine infiammato (come, ad esempio, accade nel tendine di Achille); inoltre, l'area utanea corrispondente si presenta calda al tatto e, raramente, arrossata.

Le tendiniti possono essere associate anche alla formazione di noduli (es. tendiniti del polso) e calcificazioni. È possibile riscontrare anche un deficit nella forza dei muscoli collegati ai tendini infiammati, oltre a sperimentare una limitazione nei movimenti dell'articolazione coinvolta.

La tendinite viene diagnosticata attraverso l'esame clinico del paziente, associato alla diagnostica per immagini (ecografia, risonanza magnetica nucleare ecc.). La terapia comprende riposo, uso del ghiaccio sulla zona colpita e assunzione di farmaci antinfiammatori. Se il dolore diviene estremamente intenso, è possibile ricorrere a iniezioni di corticosteroidi. Nelle lesioni tendinee, invece, è necessario un trattamento di riparazione chirurgica.