Sintomi Sindrome da aspirazione di meconio

Definizione

La sindrome da aspirazione di meconio è una grave complicanza legata al parto.

Il meconio è il materiale presente nell'intestino del feto, e normalmente viene eliminato spontaneamente dopo la nascita. A volte, però, questo materiale nero - verdastro viene evacuato nel liquido amniotico, in risposta allo stress fisiologico che si verifica durante il travaglio.

In prossimità del parto, quindi, il bambino può aspirare meconio misto a liquido amniotico. Possibili conseguenze sono l'ostruzione meccanica delle vie aeree, la polmonite infiammatoria e il distress respiratorio.

Fattori che favoriscono la sindrome da aspirazione di meconio comprendono la pre-eclampsia materna, la gravidanza post-termine (gestazione maggiore di 40 settimane), il parto difficile o il travaglio prolungato, l'ipossia intra-intrauterina causata dalla compressione del cordone ombelicale e l'insufficienza placentare.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Sindrome da aspirazione di meconio

Ulteriori indicazioni

I sintomi della sindrome da aspirazione di meconio comprendono respiro affannoso, tachipnea, rantoli, ronchi e cianosi. Indicativa è anche la colorazione da meconio giallo-verdastra del cordone ombelicale, del letto ungueale o della cute, talvolta visibile anche nell'orofaringe, nella laringe e nella trachea.

Alla nascita, al neonato è attribuito un basso punteggio di Apgar ed appare indebolito, con poco tono muscolare (ipotonia). Un'ostruzione parziale delle vie respiratorie determina un intrappolamento d'aria nel polmone in espirazione, con possibile torace a botte, enfisema interstiziale, pneumomediastino e pneumotorace.

La diagnosi è sospettata nel caso in cui vengano rilevate tracce di meconio nel liquido amniotico. L'analisi del sangue del neonato rivela un pH ematico basso e una desaturazione di ossigeno. La diagnosi della sindrome da aspirazione di meconio è confermata dalla radiografia del torace. Questa dimostra un'insufflazione esagerata con aree di atelettasia. Inoltre, si può osservare liquido negli spazi pleurici e aria nei tessuti molli o nel mediastino.

Il trattamento della sindrome da aspirazione di meconio consiste in un'energica aspirazione della bocca e del rinofaringe, immediatamente dopo il parto e prima che il neonato respiri e pianga, seguita dal supporto respiratorio secondo le necessità. Interventi complementari possono comprendere la somministrazione di surfattante (per migliorare la funzione dei polmoni e ridurre la possibilità di scompenso polmonare) e antibiotici (per prevenire eventuali infezioni).


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016