Sintomi Sesta malattia

Malattie simili e sinonimi: Esantema critico, Febbre dei tre giorni, Roseola, Roseola Infantum.

Articoli correlati: Sesta malattia

Definizione

La sesta malattia (o roseola infantum) è una malattia esantematica tipica dell'infanzia, che colpisce soprattutto bambini piccoli tra i 6 mesi e i 2 anni di età.
L'agente eziologico di questa patologia infettiva è l'herpes virus umano 6 (human herpes virus 6, HHV-6) oppure, meno comunemente, l'HHV-7.

Pur essendo presente nel corso di tutto l'anno, la sesta malattia si presenta il più delle volte in primavera ed in autunno. Si contrae attraverso il contatto diretto con il muco o la saliva del paziente infetto oppure per via aerea, con le goccioline respiratorie emesse con la tosse, gli starnuti o semplicemente parlando.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Sesta malattia

Ulteriori indicazioni

La sesta malattia esordisce dopo 5-15 giorni d'incubazione, con una febbre elevata (39,5-40,5°C), senza altri sintomi o segni identificativi. Durante la defervescenza, che si verifica rapidamente dopo circa 3-5 giorni, compare un esantema maculare o maculo-papulare, prevalentemente sul tronco e sul collo e, in minor misura, a livello del viso e dell'attaccatura di cosce e braccia. Le macchioline che caratterizzano questa manifestazione cutanee sono di colore rosa pallido, a volte lievemente rialzate. Questa eruzione roseoliforme non provoca né prurito, né desquamazione della pelle, dura da alcune ore a 2 giorni e, nei casi lievi, può passare addirittura inosservata.
Contemporaneamente all'esantema compaiono altri sintomi, come raffreddore, arrossamento della gola, iperemia delle congiuntive e linfoadenopatia cervicale ed auricolare posteriore, malessere generale. Encefalite o epatite si verificano, invece, raramente.
La diagnosi è clinica e si basa sul riscontro della sintomatologia tipica, eventualmente confermata da analisi colturali, PCR o test sierologici.

La terapia è generalmente sintomatica e può prevedere la somministrazione di antipiretici per abbassare la febbre ed a una buona idratazione. I pazienti immunodepressi che sviluppano una malattia grave possono essere trattati con foscarnet e ganciclovir.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016