Sintomi Rinite allergica

Malattie simili e sinonimi: raffreddore allergico, Raffreddore da fieno.

Articoli correlati: Rinite allergica

Definizione

La rinite allergica è una reazione infiammatoria che interessa le prime vie aeree (prevalentemente la mucosa del naso), dovuta all'inalazione di allergeni.

Gli allergeni entrano in contatto con l'organismo attraverso l'aria respirata e scatenano l'attivazione di una reazione allergica con la produzione di anticorpi specifici (IgE). Nel processo infiammatorio, è spesso coinvolta anche la congiuntiva (per questo si parla di rinocongiuntivite allergica).

Si distinguono forme periodiche (se compaiono solo in alcuni periodi dell'anno) e perenni (se durano tutto l'anno):

Rinite Allergica

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Rinite allergica

Ulteriori indicazioni

La rinite allergica si manifesta con alcuni sintomi caratteristici: starnuti consecutivi, pizzicore alla gola e senso di ostruzione nasale. Inoltre, possono essere presenti stanchezza, scolo retronasale (secrezioni molto liquide che scendono in gola) e prurito al naso, al palato o ai canali uditivi.

La reazione può coinvolgere anche la congiuntiva, determinando un quadro di irritazione oculare; sintomi caratteristici sono: arrossamento e gonfiore degli occhi, bruciore, prurito, lacrimazione e fastidio alla luce. In caso di rinite allergica, possono comparire anche mal di testa, irritabilità, difficoltà di concentrazione, peggioramento della qualità del sonno e senso di malessere generale.

Talvolta, la rinite si complica in asma su base allergica, malattia caratterizzata fondamentalmente da un'ostruzione delle vie respiratorie. Questa reazione si manifesta con difficoltà di respiro, senso di costrizione toracica e tosse.

In presenza di segni e sintomi che fanno sospettare la presenza della rinite allergica è necessario identificare gli allergeni responsabili. Il test comunemente utilizzato è il Prick test, che consiste nel riprodurre in misura ridotta la reazione allergica sulla cute del paziente. A completamento possono essere effettuati esami del sangue (Prist e Rast) che ricercano il titolo anticorpale delle IgE sieriche totali e specifiche per l'antigene sospetto.

Il trattamento prevede, innanzitutto, di evitare l'esposizione agli allergeni. In corso di rinite allergica, è possibile ricorrere, su indicazione del medico, a farmaci antistaminici o corticosteroidi per via orale o locale (spray nasali, colliri ecc.). Oltre alla terapia sintomatica, è possibile ricorrere ad un trattamento desensibilizzante mediante immunoterapia allergenica.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016