Riduzione delle dimensioni del pene - Cause e Sintomi

Definizione

La riduzione delle dimensioni dell'organo genitale maschile è spesso correlata all'avanzare dell'età. Nel tempo, infatti, possono verificarsi fisiologicamente dei processi fibrotici involutivi che interessano i corpi cavernosi del pene e comportano una perdita o riduzione della loro elasticità. Tale fenomeno si osserva più frequentemente nei pazienti diabetici.

In altri casi, una minore lunghezza o espansione nella fase di erezione è conseguenza di un alterato equilibrio ormonale, dovuto ad una ridotta attività degli androgeni. Ciò si riscontra, ad esempio, quale effetto collaterale della terapia del carcinoma prostatico o può essere correlata all'obesità e all'andropausa.

La riduzione delle dimensioni del pene è una manifestazione della malattia di Peyronie, condizione infiammatoria di natura non chiara, che produce fibrosi dell'albuginea. Il risultato è un incurvamento del pene in erezione, talvolta accompagnato da dolore e disfunzione erettile.

Anche i traumi del pene possono modificare la morfologia dell'organo genitale maschile.

Possibili Cause* di Riduzione delle dimensioni del pene

* Il sintomo - Riduzione delle dimensioni del pene - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Riduzione delle dimensioni del pene può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.



Ultima modifica dell'articolo: 06/11/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ