Sintomi Pubalgia

Articoli correlati: Pubalgia

Definizione

La pubalgia è una sindrome dolorosa causata da una tendinopatia inserzionale di natura infiammatoria. Questa condizione interessa soprattutto le inserzioni dei muscoli adduttori della coscia. Meno frequente è, invece, la pubalgia con dolore a livello dell'inserzione dei retti addominali, conseguente a sollecitazione eccessiva in flesso-estensione del tronco.

Il processo flogistico si instaura generalmente in seguito a sovraccarico funzionale o a microtraumi ripetuti nel tempo. Tra i fattori di rischio che possono favorire la pubalgia rientrano le contratture di alcuni muscoli, le patologie congenite dell'anca e la presenza di un'accentuata curvatura lombare.

Sebbene la pubalgia sia frequente in chi pratica attività sportive a livello professionale, può colpire anche le donne durante la gravidanza.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Pubalgia

Ulteriori indicazioni

Il sintomo principale della pubalgia è il dolore muscolo-tendineo (mioentesite) nella zona dell'inguine, che si manifesta generalmente durante la contrazione muscolare. Questo può localizzarsi alla regione frontale e bassa dell'addome o a livello della sinfisi pubica (articolazione fra le due ossa pubiche). Talvolta, il dolore si irradia fino all'interno coscia.

La pubalgia viene trattata mediante riposo, fisioterapia ed antinfiammatori.

Il recupero può richiedere tempi lunghi. Per alleviare i disturbi, possono essere indicate terapie fisiche, come onde d'urto o laserterapia. Dopo la fase acuta, è utile seguire un programma di riabilitazione con stretching ed esercizi di rinforzo muscolare. La chirurgia è necessaria solo in rari casi.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016