Sintomi Poliomielite

Articoli correlati: Poliomielite

Definizione

La poliomielite è una malattia virale, altamente contagiosa, che si trasmette per via oro-fecale e colpisce il sistema nervoso centrale. Nella gran parte delle nazioni la poliomielite è stata completamente debellata con programmi di vaccinazione di massa, tanto che in Italia non si registrano casi di poliomielite autoctona da quasi 30 anni. Nonostante ciò, in alcuni Paesi come Afghanistan, India, Nigeria e Pakistan, ancora oggi questa malattia, tipicamente infantile, minaccia le fasce più deboli della popolazione. Per questo motivo se ci si reca in queste regioni, pur essendo già stati vaccinati, è opportuno fare un richiamo prima di partire.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Poliomielite

Ulteriori indicazioni

La poliomielite è una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale. Nonostante possa causare paralisi e morte, la stragrande maggioranza delle persone infette (90-95%) non si ammala, tanto da non sviluppare sintomi e rimanere all'oscuro del processo infettivo (poliomielite inapparente). Alcune persone possono sviluppare i sintomi della cosiddetta poliomielite non paralitica, che assomigliano molto a quelli della comune influenza, aggravata da sintomi gastrointestinali. Meno dell'1% degli individui affetti sviluppa la forma più grave della patologia, detta poliomielite paralitica, che si manifesta anch'essa con sintomi similinfluenzali, seguti - a distanza di qualche giorno - da un apparente miglioramento che lascia presto spazio alla progressiva paralisi asimmetrica di una parte più o meno estesa del corpo. A seconda del distretto colpito e del suo grado di reversibilità, la paralisi può determinare morte per arresto respiratorio o cardiorespiratorio, incapacità di camminare, tetraplegia ed altre conseguenze altamente invalidanti.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016