Sintomi Piede d'atleta

Malattie simili e sinonimi: Dermatofitosi dei piedi, Tinea pedis.

Articoli correlati: Piede d'atleta

Definizione

Il piede d'atleta, o tinea pedis, è una micosi cutanea molto diffusa.
Quest'infezione è causata dai funghi Trichophyton spp., i quali - in particolari condizioni di calore ed umidità - proliferano ed attaccano la cheratina, cioè la proteina che costituisce lo strato corneo della pelle, delle unghie e dei capelli.
La micosi è detta “piede d'atleta” poiché in passato colpiva soprattutto gli atleti, mentre oggi sono in molti a risultarne suscettibili. Ad esserne colpiti, in particolare, sono le persone che indossano calze o scarpe realizzate con materiali non traspiranti. Il calore e l'umidità della zona agevolano, infatti, la proliferazione dei funghi causali.
Anche l'abitudine a non asciugare bene i piedi o di lavarli troppo frequentemente, può predisporre alla tinea pedis; queste errate abitudini alterano, infatti, il pH della pelle, che naturalmente protegge dalle aggressioni esterne.

Le docce pubbliche, le piscine e gli spogliatoi sono luoghi che possono favorire, soprattutto in estate, la diffusione della micosi ad altre persone.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Piede d'atleta

Ulteriori indicazioni

Il piede d'atleta si manifesta inizialmente con macerazione della pelle, eritema, prurito e cattivo odore. In seguito, compaiono screpolature, sensazione di bruciore e fissurazioni tra le dita dei piedi. Il piede d'atleta provoca inoltre, ispessimento plantare e desquamazione.

Nei casi più gravi, la tinea pedis si manifesta con vescicole, ulcere, ragadi ed erosione della cute interdigitale e subdigitale dei piedi. Queste lesioni favoriscono l'ingresso nel tessuto sottocutaneo di batteri responsabili di infezioni secondarie. Altre possibili complicanze sono la cellulite e la linfangite.


Piede d'atleta

Il Trichophyton spp. può causare anche la concomitante infezione alle unghie dei piedi (onicomicosi).

La diagnosi del piede d'atleta si basa sull'analisi dei fattori di rischio e sull'aspetto clinico; la micosi viene confermata dall'esame delle scarificazioni cutanee (ossia dimostrando la presenza delle ife dell'agente causale).

Il trattamento prevede l'utilizzo di antimicotici topici (in crema o in spray), capaci di bloccare la proliferazione del fungo, da applicare per un periodo di tempo abbastanza prolungato. Se le recidive sono frequenti, è possibile ricorrere in alternativa a farmaci da assumere per via orale (es. itraconazolo, terbinafina e fluconazolo). In caso di onicomicosi, il trattamento può prevedere anche l'applicazione di smalti medicati sull'unghia.

Per combattere la tendenza a sviluppare la tinea pedis, è necessario ridurre l'umidità locale, attraverso l'uso di agenti assorbenti e di scarpe traspiranti, soprattutto durante le stagioni calde. La prevenzione è possibile anche lavando i piedi con detergenti poco aggressivi, facendo attenzione ad asciugare bene gli spazi interdigitali.