Perdite di sangue dopo la menopausa - Cause e Sintomi

Sintomi simili e sinonimi: Sanguinamento post-menopausale.

Definizione

Nella maggior parte delle donne, le perdite ematiche post-menopausali sono da considerarsi un segnale anomalo, meritevole di approfondimenti medici.

L'adeguata valutazione da parte di uno specialista è importante per escludere la presenza di un tumore ginecologico quale causa scatenante. Il sanguinamento genitale in post-menopausa (dopo 12 o più mesi dall'ultima mestruazione), infatti, rientra tra i sintomi del cancro dell'endometrio e del carcinoma della cervice uterina.

Oltre a quelle di natura oncologica, sono molte le condizioni benigne che causano episodi di sanguinamento genitale dopo la menopausa. Le cause più comuni sono la vaginite atrofica, l'atrofia endometriale, i polipi e l'iperplasia dell'endometrio. In alcuni casi, un sanguinamento post-menopausale è conseguenza della sospensione dell'assunzione di ormoni esogeni (terapia ormonale sostitutiva).

Possibili Cause* di Perdite di sangue dopo la menopausa

* Il sintomo - Perdite di sangue dopo la menopausa - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Perdite di sangue dopo la menopausa può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016