Sintomi Osteite

Definizione

L'osteite è una patologia infiammatoria che colpisce l'osso.

Il processo può avere origine traumatica, infettiva (batterica, micotica o parassitaria), dismetabolica o tossica.

In molti casi, l'osteite è provocata dallo Staphylococcus aureus, il quale può diffondere per contiguità da lesioni cutanee profonde o fratture esposte. Talvolta, questi microrganismi sono veicolati dal sangue da un focolaio infettivo localizzato altrove (es. polmoniti, infezioni urinarie o dentarie).

Il processo infiammatorio si localizza spesso nel ginocchio o nella spalla; quando l'infezione colpisce simultaneamente l'osso e il midollo osseo si parla di osteomielite.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Osteite

Ulteriori indicazioni

L'osteite insorge all'improvviso con febbre, dolore molto intenso, rigidità articolare e limitazione dei movimenti del segmento osseo colpito.

In alcuni casi, la temperatura cutanea può aumentare in corrispondenza delle aree dove la malattia è attiva; compaiono, inoltre, dolorabilità locale accentuata dal minimo contatto, eritema e tumefazione. Il dolore osseo è sordo, profondo e presente la maggior parte del tempo.

In base alla sede colpita, possono manifestarsi altri sintomi, come ascessi cutanei, mal di schiena, artrite, fratture ossee o disfunzioni neurologiche.

Tipicamente, la diagnosi è definita con un esame radiologico o con una valutazione biochimica di routine. La scintigrafia ossea permette di determinare il grado di coinvolgimento osseo, mentre la biopsia è necessaria solo in caso sia sospettato un osteosarcoma.

La terapia si basa sulla somministrazione di analgesici e/o antibiotici, selezionati in base al patogeno in causa. L'infiammazione acuta del tessuto osseo può evolvere in lesione cronica; in questo caso, è necessario asportare chirurgicamente la porzione di tessuto compromessa.


Osteite


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016