Sintomi Orzaiolo

Articoli correlati: Orzaiolo

Definizione

Un orzaiolo è un'infiammazione acuta, ad eziologia infettiva, della palpebra; spesso, è provocato da batteri piogeni (in genere, stafilococchi). Nella maggior parte dei casi l'orzaiolo è esterno e può esordire in seguito all'ostruzione di un follicolo ciliare e delle ghiandole sebacee ad esso annesse (ad esempio, in corso di blefarite). L'orzaiolo interno, più raro, può derivare dall'infezione di una ghiandola di Meibomio.


Orzaiolo Sintomi

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Orzaiolo

Ulteriori indicazioni

Sintomi caratteristici dell'orzaiolo sono dolore della palpebra e gonfiore e arrossamento del suo margine. Può essere presente lacrimazione, fotofobia, sensazione di corpo estraneo ed edema dei tessuti circostanti.

Dopo 1 o 2 giorni, l'orzaiolo esterno persiste come un nodulo doloroso localizzato sul bordo della palpebra. Generalmente, compare una piccola pustola all'inserzione di una ciglia. Dopo 2-4 giorni, dalla lesione fuoriesce del pus; questo causa un rapido sollievo dai sintomi e la risoluzione dell'infiammazione.

L'orzaiolo interno appare come una piccola rilevatezza o un'area giallastra in corrispondenza della ghiandola interessata, associata ad iperemia, dolore ed edema delle congiuntive. L'infiammazione, talvolta, si associa a febbre con brivido.

Per accelerare la guarigione, può essere utile l'applicazione di impacchi caldi. In alcuni casi, è indicata l'istituzione di una terapia antibiotica per via sistemica (es. dicloxacillina o eritromicina), l'incisione e il drenaggio chirurgico.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016