Sintomi Liposarcoma

Definizione

Il liposarcoma è un tumore maligno del tessuto adiposo. Questa neoplasia è dovuta alla proliferazione di cellule adipose atipiche e può svilupparsi in qualunque parte del corpo, anche se sono più frequentemente colpiti gli arti inferiori e i tessuti retroperitoneali.

I liposarcomi insorgono generalmente in soggetti adulti, di solito tra i 50 e i 60 anni d'età.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Liposarcoma

Ulteriori indicazioni

I liposarcomi si presentano come tumefazioni solide ed elastiche, percepibili al tatto.

Nelle fasi iniziali, la presenza di queste lesioni nodulari può essere asintomatica o provocare manifestazioni assolutamente aspecifiche, che variano in base all'area colpita. Il dolore viene percepito, di solito, quando la massa neoplastica aumenta di volume.

Durante il decorso del liposarcoma, sono possibili danni dal punto di vista neurologico (alterazioni della sensibilità, formicolii ecc.) e sanguinamento del tratto digestivo.

La massa neoplastica può raggiungere dimensioni cospicue, infiltrando e inglobando le strutture vicine. Se il tumore è esteso e comprime gli organi addominali, ad esempio, possono insorgere sintomi di ostruzione urinaria o intestinale. Inoltre, il liposarcoma può metastatizzare per via ematica.


Liposarcoma

Gonfiore alla gamba sinistra causato da un sottostante liposarcoma


La diagnosi viene formulata mediante ecografia e risonanza magnetica; queste indagini consentono di individuare la massa tumorale e valutare il coinvolgimento dei tessuti limitrofi. La conferma si basa sull'esame istologico del tessuto sospetto, in seguito a prelievo bioptico. Le diagnosi differenziali si pongono con i lipomi benigni ed altri tipi di sarcoma, il tumore miofibroblastico infiammatorio e la malattia di Castleman.

Il trattamento prevede l'escissione chirurgica del tumore, talvolta associata a chemioterapia adiuvante. Attualmente, sono in corso sperimentazioni per valutare nuove terapie per il liposarcoma non resecabile in uno stadio avanzato. La prognosi dipende dalla localizzazione del tumore: quando il liposarcoma è situato nel retroperitoneo sono possibili recidive a 5 anni dalla rimozione della massa neoplastica, mentre una lesione resecabile con sede negli arti correla a una sostanziale assenza di mortalità.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016