Sintomi Lichen planus

Articoli correlati: Lichen planus

Definizione

Il lichen planus è una malattia che colpisce la pelle e le mucose, provocando un'eruzione infiammatoria ricorrente e pruriginosa. Alla base della patologia esiste una reazione autoimmune mediata da linfociti T citotossici anomali, che attaccano i cheratinociti epiteliali.

Il lichen planus può essere scatenato da diversi agenti chimici, biologici o farmacologici (soprattutto farmaci β-bloccanti, FANS, ACE-inibitori, sulfaniluree, antimalarici, penicillamina e tiazidici). Recentemente, sono state segnalate associazioni con l'insufficienza epatica correlata a epatite C, cirrosi biliare primitiva e altre forme di epatite. Inoltre, tutte queste possibili cause scatenanti provocherebbero il liche planus soltanto in presenza di una predisposizione genetica alla malattia.

Il lichen planus, raro nei bambini, può colpire la cute e le mucose oro-genitali. L'esordio della malattia può essere improvviso o graduale.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Lichen planus

Ulteriori indicazioni

Lesioni tipiche del lichen planus sono papule singole, di piccole dimensioni (2-4 mm di diametro), con bordi poligonali, a superficie piana e di colore violaceo. Queste papule possono confluire formando placche squamose, pruriginose e ruvide. Di solito, l'eruzione è distribuita simmetricamente, soprattutto a livello di tronco e superfici flessorie di entrambi gli arti. Il volto, invece, è coinvolto raramente.

Nel tempo, le lesioni possono diventare iperpigmentate, ipercheratosiche o vescico-bollose, ma raramente diventano crostose. Quando è coinvolto il cuoio capelluto, può verificarsi un'alopecia a chiazze.

Le manifestazioni cutanee sono spesso accompagnate da lesioni al cavo orale. Anche le mucose vulvare e vaginale sono spesso interessate da lesioni rossastre, con prurito e bruciore; similmente, negli uomini è frequente il coinvolgimento genitale , in particolare del glande. Le unghie possono presentare alterazioni che vanno dalla discromia del letto ungueale, alle striature e fissurazioni longitudinali; l'assottigliamento della lamina può portare alla perdita completa dell'unghia.

La diagnosi è suggerita dalle caratteristiche delle lesioni e può essere supportata dalla biopsia cutanea. Lesioni simili si possono riscontrare in lupus eritematoso, sifilide, candidosi, ulcere aftose e pemfigo.

Le opzioni terapeutiche differiscono in base a sede ed estensione della malattia. La maggior parte dei casi di lichen planus può essere trattata con farmaci topici (es. corticosteroidi). Nei casi gravi, invece, può essere necessario ricorrere a immunosoppressori sistemici.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016