Iridodonesi - Cause e Sintomi

Sintomi simili e sinonimi: Tremolio dell’iride, Dolore ovulatorio, Mittelschmerz.

Definizione

L'iridodonesi è un tremolio dell'iride che compare quando si muove l'occhio. Tale sintomo è dovuto al mancato sostegno da parte del cristallino, contro cui, normalmente, poggia l'iride, la quale di conseguenza può oscillare nell'umor acqueo.

L'iridodonesi si verifica in caso di assenza del cristallino o spostamento dello stesso rispetto alla normale posizione (ectopia lentis). Una parziale dislocazione viene definita sublussazione e può verificarsi per la rottura del legamento sospensore (zonula di Zinn). Una lussazione del cristallino, invece, è uno spostamento completo rispetto la sua sede naturale, in camera anteriore e nel vitreo.

Oltre all'iridodonesi, la dislocazione del cristallino può comportare anche diplopia monoculare, maggiore profondità della camera anteriore e modificazioni del potere rinfrangente dell'occhio (il quale può diventare ipermetrope o miope).

La lussazione del cristallino può essere spontanea (congenita e spesso associata ad altre alterazioni dell'occhio, come aniridia, microftalmo e colobomi) oppure secondaria a processi post-infiammatori o ad un forte trauma del globo oculare.

L'iridodonesi congenita rientra tra i sintomi della sindrome di Marfan e della sindrome di Ehler-Danlos. Un movimento dell'iride di tipo fluttuante può manifestarsi anche nell'omocistinuria, malattia metabolica rara che conduce ad un accumulo di omocisteina e del suo dimero omocistina, con effetti avversi comprendenti tendenza trombotica, lussazione del cristallino e anomalie scheletriche.

Talvolta, l'iridodonesi si può osservare come esito dell'intervento di asportazione del cristallino opacizzato (cataratta).

Possibili Cause* di Iridodonesi

* Il sintomo - Iridodonesi - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Iridodonesi può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016