Iperalgesia - Cause e Sintomi

Definizione

L'iperalgesia è un'aumentata risposta ad uno stimolo capace di provocare sensazioni dolorose.  

L'iperalgesia può riscontrarsi in svariate situazioni patologiche che comportano un'infiammazione o un danno tissutale.

Questo sintomo può manifestarsi in aree cutanee limitate o assumere una forma generalizzata, in seguito ad un abbassamento della soglia di percezione del dolore o ad un'aumentata intensità degli stimoli dolorosi.  Anche i tessuti non direttamente interessati dal danno tissutale possono diventare ipersensibili attraverso un processo di iperalgesia secondaria.

L'iperalgesia si può osservare nel corso di traumi fisici, malattie della pelle o lesioni a qualsiasi livello del sistema nervoso centrale o dei nervi periferici (come nevriti e sindromi talamiche). Tra le cause rientrano la nevralgia post-erpetica (herpes zoster), la compressione delle radici spinali, la neuropatia diabetica e le sindromi dolorose post-operatorie (es. dolore dell'arto fantasma).

L'iperalgesia può essere indotta anche dalla somministrazione prolungata di oppioidi nel trattamento del dolore cronico.

L'accentuata percezione di stimoli dolorifici può verificarsi, inoltre, in presenza di stati ansiosi, disturbi psichici e situazioni psico-affettive (lutti, violenze, stress intensi e prolungati) che alterano la capacità di elaborazione del dolore.

Talvolta, l'iperalgesia può manifestarsi come sintomo isolato.


Iperalgesia

Possibili Cause* di Iperalgesia

* Il sintomo - Iperalgesia - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Iperalgesia può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.