Insufficienza renale

Definizione



Sintomi SINTOMI E MALATTIE
RICERCA SINTOMO
SINTOMI RANDOM


MALATTIE RANDOM


MEDICI E SINTOMI

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.

Si parla di insufficienza per sottolineare l'incapacità di un organo, in questo caso il rene, di svolgere le sue normali funzioni. Tale alterazione può verificarsi bruscamente (insufficienza renale acuta) o insorgere in maniera lenta e graduale (insufficienza renale cronica). In quest'ultimo caso la progressiva perdita della funzionalità renale è generalmente dovuta a gravi forme di ipertensione e diabete, non adeguatamente controllate dalla terapia farmacologica. Ipertrofia prostatica, calcoli renali, reflusso vescico-ureterale o tumori di grosse dimensioni, sono condizioni che - ostacolando il normale deflusso di urina -aumentano la pressione all'interno dei reni riducendone la funzionalità. Il danno renale può essere anche determinato da processi infiammatori (pielonefriti, glomerulonefriti) o dalla formazione di cisti all'interno del rene (malattia renale policistica).Anche l'utilizzo cronico di alcuni farmaci, alcol e droghe a dosaggi elevati può favorirne l'insorgenza, mentre intossicazioni acute degli stessi possono provocare un episodio acuto. Quest'ultimo è spesso la complicanza di uno o altri seri disordini, che in un primo momento possono essere erroneamente ritenuti causa della sintomatologia.

Sintomi più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Insufficienza renale

Ulteriori indicazioni

Nelle forme croniche, l'insufficienza renale passa pressoché inosservata nelle sue fasi iniziali. Soltanto quando la funzionalità renale è considerevolmente diminuita, si manifestano i primi sintomi, che aumentano di gravità mano a mano che si innalzano i livelli di varie sostanze nel sangue, incluse quelle di rifiuto, ed il pH ematico. Nel peggiore dei casi, l'insufficienza renale cronica richiede il trapianto chirurgico o il ricorso alla dialisi (filtrazione artificiale del sangue). A differenza dell'insufficienza renale cronica, un rene colpito da una forma acuta spesso recupera pienamente le proprie funzioni, consentendo al paziente di riprendere una vita del tutto normale. Il problema delle forme croniche è invece legato all'aspecificità dei sintomi, che quando si fanno più severi nascondono spesso una perdita di funzionalità irreversibile.