Sintomi Granuloma piogenico

Malattie simili e sinonimi: Granuloma teleangectasico.

Definizione

Il granuloma piogenico è un'affezione dermatologica di natura benigna che interessa il tessuto vascolare normalmente coinvolto nei processi riparativi della pelle.

Tale condizione si verifica spesso in corrispondenza di un trauma cutaneo o mucoso e probabilmente rappresenta una risposta vascolare e fibrosa allo stesso. Il granuloma piogenico si localizza prevalentemente a livello della cute delle mani, del volto e del cuoio capelluto.

Il granuloma piogenico si osserva in modo frequente nelle donne durante la gravidanza, soprattutto a livello della mucosa gengivale. Questa condizione si può sviluppare anche in seguito ad infezioni complicate da perdita di sostanza della cute e nei casi di eccessivo prolungamento dei processi di riparazione tissutale. In alcuni casi, il granuloma piogenico si sviluppa intorno ad una ferita chirurgica, come, ad esempio, dopo l'asportazione di un neo.


granuloma piogenico

Altre Foto Granuloma Piogenico

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Granuloma piogenico

Ulteriori indicazioni

Il granuloma piogenico è una protuberanza di consistenza morbida-elastica e colore rosso-vinoso, composto da una proliferazione di capillari in uno stroma edematoso. L'aspetto di tale lesione è più o meno rotondeggiante (nodulo), di circa 1 cm di diametro, con i bordi il più delle volte ben delimitati. L'epidermide sovrastante è liscia, fragile e sanguina facilmente al più piccolo contatto.

Nel corso della gravidanza, i granulomi piogenici tendono a diventare più grandi ed esuberanti.

La diagnosi richiede la valutazione clinica eventualmente supportata da biopsia. La differenziazione deve essere posta rispetto ad altre lesioni simili, tra cui nevo di Spitz, melanomi o altri tumori cutanei maligni.

La terapia del granuloma piogenico prevede la rimozione tramite escissione chirurgica, anche se non è escluso che il disturbo possa recidivare.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016