Sintomi Fimosi

Articoli correlati: Fimosi

Definizione

La fimosi consiste nel restringimento dell'orifizio prepuziale, con impedimento alla retrazione posteriore del prepuzio e chiusura parziale o totale del glande. In pratica, il soggetto affetto da fimosi non riesce a "scoperchiare" dalla pelle che la avvolge l’estremità libera del pene (detta glande o balano).

Il disturbo può essere congenito (presente fin dalla nascita) o acquisito (le cause intervengono dopo uno sviluppo puberale normale). In quest'ultimo caso, può derivare da affezioni dermatologiche, traumi (es. brusche manovre di retrazione della cute prepuziale), da irritazione prolungata o da infiammazioni ricorrenti del glande o del prepuzio (balanopostiti) che guariscono determinando esiti cicatriziali.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Fimosi

Ulteriori indicazioni

L'entità del disturbo è variabile: in alcuni casi il prepuzio può bloccare l'uscita del glande a pene eretto o solo parzialmente (fimosi non serrata), altre volte impedisce tale operazione anche quando l'organo sessuale maschile è flaccido (fimosi serrata).

Il restringimento dell'orifizio prepuziale che caratterizza la fimosi rende difficile o impossibile lo scorrimento completo del prepuzio lungo il glande.

Nelle forme lievi, il glande si scopre con difficoltà solo durante l'erezione e può provocare fastidio nel corso del coito. La fimosi di medio grado, invece, si verifica già a pene flaccido ed il glande si scopre solo in parte. Ciò può rendere difficoltoso il rapporto sessuale, comportando dolori. Il restringimento prepuziale può causare, inoltre, eiaculazione precoce e difficoltà igieniche.

Nei casi più gravi, il glande non si riesce a scoprire e la fimosi impedisce la normale fuoriuscita dell'urina. Quando la normale igiene diviene difficoltosa, le complicanze infettive sono frequenti per l'accumulo di germi ed urina. Tali evenienze necessitano di terapie mediche mirate.

La forzatura della scoprimento del glande può causare, inoltre, la parafimosi, grave complicanza che comporta l'intrappolamento del prepuzio in una posizione retratta e stenotica. Questo determina uno strangolamento a livello del solco coronale, che può causare una necrosi ischemica per ridotto apporto ematico.

La fimosi generalmente si tratta chirurgicamente con la postectomia parziale (rimozione di parte del prepuzio) o la circoncisione (asportazione completa della cute prepuziale). Le forme lievi possono rispondere ai corticosteroidi topici ed a una distensione manuale delicata.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016