Sintomi Faringotonsillite

Definizione

La faringotonsillite è un'infezione acuta che colpisce la faringe e le tonsille palatine.

In genere, l'agente responsabile della malattia è un virus (come adenovirus e rhinovirus), che viene trasmesso principalmente per via aerea e tramite contatto diretto con oggetti infetti. Meno spesso, la faringotonsillite è dovuta a batteri, come gli streptococchi, gli stafilolococchi o gli pneumococchi.

Oltre agli agenti causali veri e propri, occorre ricordare il ruolo svolto da alcuni fattori in grado di favorire la comparsa del problema, come l'esposizione a basse temperature, l'inalazione di sostanze irritanti e la respirazione prevalentemente orale.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Faringotonsillite

Ulteriori indicazioni

La faringotonsillite si presenta con mal di gola, senso di bruciore e secchezza locale, ingrossamento doloroso dei linfonodi cervicali, febbre e malessere generale.

Un elemento distintivo è il dolore (o la difficoltà) nella deglutizione (disfagia); i bambini molto piccoli possono rifiutarsi di mangiare. Le tonsille sono arrossate e/o gonfie e, talvolta, in superficie presentano delle placche bianche o giallastre (essudati purulenti).

Altri sintomi frequentemente associati alla faringotonsillite comprendono alitosi, ipersalivazione, abbassamento della voce, dolori alle orecchie durante la deglutizione (odinofagia), cefalea e disturbi gastrointestinali. In qualche caso, può comparire un'eruzione cutanea aspecifica.

La diagnosi si basa sulla valutazione clinica ed è sostenuta da test colturali o antigenici rapidi per escludere la presenza dello streptococco beta-emolitico di gruppo A. Se non trattato, infatti, questo patogeno può portare a complicanze suppurative locali (es. ascesso o cellulite peritonsillare) e, talvolta, alla febbre reumatica o alla glomerulonefrite.

Il trattamento dipende dai sintomi e, nel caso sia confermata la presenza dello strepococco beta-emolitico di gruppo A, prevede la somministrazione di antibiotici. La gestione della faringotonsillite può comprendere l'analgesia, l'idratazione ed il riposo.


Faringotonsillite


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016