Sintomi Eritema solare

Malattie simili e sinonimi: Scottatura solare.

Articoli correlati: Eritema solare

Definizione

L'eritema solare è una vera e propria ustione, provocata da un'esposizione al sole eccessiva rispetto alla tolleranza del soggetto. Le radiazioni ultraviolette (UV), infatti, svolgono un'azione aggressiva e infiammatoria, aumentando l'afflusso di sangue nelle zone fotoesposte. A sua volta, il maggior afflusso di sangue comporta la produzione di fattori di infiammazione, come l'istamina (responsabile anche della sensazione di prurito).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Eritema solare

Ulteriori indicazioni

I sintomi dell'eritema solare compaiono generalmente dopo 1-24 ore dall'esposizione al sole ed, eccetto nelle reazioni gravi, raggiungono la massima intensità entro 72 ore. In genere, la pelle scottata dal sole appare arrossata (o tendente al violaceo), calda e soggetta prurito. Nei casi più seri, seguono sintomi quali senso di bruciore e dolore nel premere la parte interessata. Inoltre, possono comparire vescicole, bolle, edema cutaneo e desquamazione superficiale.

Se viene interessata un'ampia area della superficie corporea si possono sviluppare sintomi generali (causati dal rilascio di citochine infiammatorie), compresi febbre, brividi e senso di indebolimento generale. Le complicanze più frequenti sono l'infezione secondaria e la pigmentazione a chiazze.

Il trattamento è simile a quello per le ustioni termiche, compresi impacchi con acqua fredda e FANS per alleviare i sintomi. Le aree con vescicole devono essere trattate con medicazioni sterili e antimicrobici topici. Durante la guarigione, è importante evitare l'ulteriore esposizione alla luce solare. Inoltre, è fondamentale la prevenzione ricorrendo a schermi solari adatti al proprio fototipo.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016