Sintomi Encondroma

Articoli correlati: Encondroma

Definizione

L'encondroma è un tumore che si sviluppa all'interno dell'osso, traendo origine dalle cellule della cartilagine. Nella maggior parte dei casi, questo processo neoplastico è di natura benigna, ma esiste il potenziale rischio di trasformazione maligna in condrosarcoma.

L'encondroma può insorgere in qualunque segmento osseo, ma si sviluppa prevalentemente nelle ossa delle mani e dei piedi, a livello delle diafisi delle falangi, dei metacarpi e dei metatarsi.

La malattia tende a comparire più comunemente tra i 10 e i 40 anni, ma può esordire in persone di ogni età e sesso.

Le cause dell'encondroma non sono ancora note, ma il tumore si associa spesso ad altre condizioni, come la malattia di Ollier (caratterizzata dalla presenza di endocondromi multipli a distribuzione asimmetrica) e la sindrome di Maffucci (condizione nella quale la condromatosi multipla si associa ad emangiomi dei tessuti molli).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Encondroma

Ulteriori indicazioni

Normalmente, l'encondroma è asintomatico, ma, nel tempo, può provocare dolore in corrispondenza del segmento osseo colpito. Nella regione coinvolta dal processo neoplastico, può essere presente anche una tumefazione o una protuberanza ossea o cartilaginea in rapida crescita.

L'encondroma può provocare, inoltre, una limitazione del movimento, che comporta una difficoltà nello svolgimento delle consuete attività. La presenza del tumore, inoltre, può rendere più fragile l'osso colpito, aumentando il rischio di fratture patologiche anche dopo un trauma minimo. 

La diagnosi si basa sulla valutazione clinica del paziente e su esami di diagnostica per immagini (radiografie, tomografia computerizzata, risonanza magnetica e scintigrafia ossea). All'RX, l'encondroma può apparire come un'area lobulare calcifica all'interno dell'osso. Se il tumore è doloroso (e non l'articolazione adiacente), può essere indicata una biopsia per la diagnosi differenziale.

Il trattamento di un encondroma sintomatico può prevedere l'asportazione chirurgica del segmento osseo colpito tramite curettage o resezione totale. Un tumore asintomatico può essere monitorato, invece, con esami di imaging di controllo per escludere la progressione della malattia a condrosarcoma. Questi esami vanno eseguiti indicativamente ogni 6 mesi oppure alla comparsa di sintomi.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016