Sintomi Embolia Arteriosa

Articoli correlati: Embolia Arteriosa

Definizione

L'embolia arteriosa è una condizione patologica dovuta all'ostruzione di una o più arterie da parte di uno o più emboli. Si definisce embolo qualsiasi materiale di composizione chimica diversa da quella del sangue e non miscibile ad esso (solitamente un grumo di sangue, ma anche una bolla d'aria, un accumulo di materiale lipidico, un parassita o un corpo estraneo), che viene trasportato nel torrente ematico fino ad un vaso di calibro inferiore, nel quale arresta la propria corsa determinando disturbi circolatori più o meno importanti.
I sintomi dell'embolia arteriosa e le sue conseguenze dipendono dalla sede di arresto dell'embolo e dal calibro dell'arteria ostruita. I tessuti a valle dell'ostruzione, infatti, soffrono a causa dello scarso apporto di sangue, quindi di ossigeno; pertanto, se l'ostruzione è prolungata questi tessuti possono anche essere danneggiati irrimediabilmente o andare in contro a morte (necrosi). Gli emboli arteriosi si formano molto spesso nelle gambe e nei piedi. Altre volte possono interessare il cervello, causando ictus, o il cuore, provocando infarto miocardico. Sedi meno comuni includono i reni, la milza e l'intestino, dove l'embolia arteriosa è generalmente ben tollerata (il paziente avverte un dolore improvviso ed intenso nella sede dell'embolia, ma in genere le funzioni d'organo non vengono danneggiate in maniera permanente).

Tra i fattori in grado di favorire la formazione di embolie arteriose ricordiamo la fibrillazione atriale, la lesione di un'arteria, un incidente, la sottoposizione ad interventi chirurgici, l'aumento delle piastrine o dell'aggregabilità piastrinica, la stenosi mitrale, le endocarditi e l'aterosclerosi.

I sintomi precoci di un'embolia arteriosa delle braccia o delle gambe possono includere:

ipotermia (calo della temperatura, con pelle fredda) dell'arto coinvolto;

sensazione di freddo alle dita;

debolezza e mancanza di forza dell'arto coinvolto;

intorpidimento e formicolio dell'arto coinvolto;

difficoltà di movimento dell'arto coinvolto

ridotta percezione della frequenza cardiaca nell'arto coinvolto

Se l'ostruzione determinata dall'embolo non viene risolta in tempi utili, possono poi insorgere ulcerazioni cutanee e cancrena.
I sintomi di un'embolia arteriosa a carico di un organo variano in relazione alla gravità dell'occlusione ed ai tessuti interessati. In genere compare dolore nella parte del corpo corrispondente all'area anatomica dell'organo coinvolto; contemporaneamente si assiste ad una riduzione più o meno grave delle funzioni d'organo.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Embolia Arteriosa

Ulteriori indicazioni

Le complicanze dell'embolia arteriosa, incluse quelle più gravi e fatali, possono essere in parte scongiurate dall'immediata somministrazione di farmaci trombolitici (streptomicina). Altrettanto importante, in ottica preventiva, il ruolo dei farmaci anticoagulanti (warfarin, eparina) ed antiaggreganti piastrinici (come aspirina, clopidogrel e ticlopidina).

Viste le temibili conseguenze dell'embolia arteriosa, qualora si fosse assaliti dai suoi tipici sintomi è importante richiedere l'immediato aiuto medico.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016