Dolore all'Ombelico - Cause e Sintomi

Definizione

Il dolore all'ombelico è un sintomo che può avere diverse cause.
Questo disturbo può presentarsi come temporaneo, continuo o intermittente. La sensazione dolorosa è localizzata nella zona centrale dell'addome, posteriormente o nell'area intorno all'ombelico.
Tra le possibili cause rientrano infiammazioni, ernie, traumi e problemi a carico del sistema gastro-intestinale.
Oltre al dolore più o meno intenso in sede ombelicale, queste condizioni possono accompagnarsi ad altri sintomi locali o generali, tra cui gorgoglio addominale, flatulenza, nausea, vomito, eruttazioni, febbre e muco o sangue nelle feci.

Onfalite

L'onfalite è l'infiammazione dell'ombelico e dei tessuti circostanti. Questa condizione è caratterizzata da dolore associato ad altri sintomi, quali bruciore, arrossamento, tumefazione, dolorabilità alla pressione e secrezioni maleodoranti, purulente e continue (nota: l'ombelico è sempre umido).
Di solito, l'onfalite insorge durante la prima settimana di vita, ma può presentarsi anche in età adulta.

  • Nel neonato, l'onfalite è causata dall'infezione della piaga che residua dalla caduta del moncone ombelicale; questa zona disepitelizzata è suscettibile, infatti, al potenziale attacco di microrganismi patogeni, come streptococchi e stafilococchi.
  • Nell'adulto, l'onfalite può essere provocata dalla cattiva igiene o dalla particolare conformazione anatomica dell'ombelico, che ne rende difficile la pulizia.

Appendicite

La comparsa di un dolore sordo in regione epigastrica o periombelicale, che si irradia al quadrante inferiore destro dell'addome può essere indice di un'infiammazione acuta dell'appendice. Dopo l'insorgenza, questa sensazione fastidiosa diventa persistente e si aggrava tipicamente con la deambulazione. L'appendicite provoca spesso anche nausea, vomito e assenza di appetito.
Se subentrano complicanze, quali rottura o perforazione dell'appendice, compaiono i sintomi della peritonite: pallore, sudorazione, febbre alta, assenza di rumori intestinali e dolore addominale diffuso.

Ernia ombelicale

Un'ernia ombelicale è una condizione che può essere presente fin dalla nascita (congenita) o può rendersi evidente in età adulta. Questa si manifesta come una tumefazione o una protrusione nell'ombelico o nella zona adiacente.
L'ernia è il risultato di una debolezza della parete addominale congenita o acquisita per il continuo stiramento e sollecitamento dei tessuti muscolari e connettivi.
Altri fattori predisponenti comprendono: sollevamento di oggetti troppo pesanti, tosse grave e persistente, obesità o sovrappeso, traumi, gravidanza e pregressi interventi chirurgici addominali.
Il rigonfiamento erniario può essere asintomatico o causare un lieve fastidio. In molti casi, l'ernia ombelicale si manifesta solo in particolari situazioni, come durante gli sforzi fisici o sotto i colpi di tosse, e scompare quando il soggetto si sdraia o esercita una delicata compressione con la mano sulla zona prominente. Tuttavia, se la massa protrude ulteriormente all'esterno può provocare dolore e sensazione di peso.
La chirurgia è l'unico modo definitivo per correggere il problema relativo ad un'ernia ombelicale.
Se trascurata, l'ernia può divenire incarcerata o strangolata, determinando un dolore all'ombelico fisso, gradualmente ingravescente. Le ernie strozzate sono ischemiche per la costrizione fisica della loro vascolarizzazione e possono portare allo sviluppo di necrosi e perforazione con infiammazione di tutta la cavità addominale (peritonite).

Altre possibili cause

Il dolore all'ombelico può originare anche da disturbi vascolari, come infarto intestinale in seguito ad un'occlusione embolica o trombotica totale o parziale.

Dolore all'ombelico

Possibili Cause* di Dolore all'Ombelico

* Il sintomo - Dolore all'Ombelico - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Dolore all'Ombelico può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.