Sintomi Diverticolo di Meckel

Articoli correlati: Diverticolo di Meckel

Definizione

Il diverticolo di Meckel è un'estroflessione sacciforme congenita, che si può riscontrare nella parete dell'intestino tenue, più precisamente a livello dell'ileo distale.

Questa malformazione è riscontrabile nel 2-3% della popolazione; di solito, si localizza entro 100 cm dalla valvola ileocecale ed è costituita da tutti gli strati della parete del normale intestino. Il diverticolo di Meckel spesso contiene anche tessuto eterotopico gastrico (quindi presenta cellule parietali secernenti HCl) e/o pancreatico.

Il diverticolo di Meckel rappresenta un residuo embrionale: durante la vita fetale, una porzione di intestino non va incontro ad atrofia durante i processi di maturazione che portano alla costituzione definitiva del tratto enterico.

Il diverticolo di Meckel può dar luogo a vari processi morbosi, simili a quelli che coinvolgono l'appendice, fatta eccezione per la localizzazione del dolore.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Diverticolo di Meckel

Ulteriori indicazioni

I principali sintomi associati a tale malformazione sono costituiti da sensibilità alla pressione nella parte centrale dell'addome, febbre lieve e diarrea.

Le complicanze possono comprendere il sanguinamento, l'infiammazione (diverticolite) e l'occlusione intestinale. Le perdite ematiche si verificano più frequentemente nei bambini di età inferiore ai 5 anni, quando l'acido secreto da parte della mucosa gastrica ectopica del diverticolo danneggia l'ileo adiacente. Durante l'infanzia, questi episodi si manifestano come un sanguinamento rettale indolore, di colore rosso vivo, mentre negli adulti è più probabile che si presentino sotto forma di melena.

La diverticolite acuta di Meckel è caratterizzata, invece, da dolore addominale e dolorabilità tipicamente localizzata al di sotto o a sinistra dell'ombelico; questa complicanza è spesso accompagnata da vomito.

L'occlusione intestinale si può verificare a qualsiasi età, ma è più diffusa nei bambini più grandi e negli adulti, in seguito all'invaginazione del diverticolo; questa evenienza si manifesta con dolori addominali crampiformi, nausea ed emesi.

L'occlusione può essere dovuta anche ad aderenze, volvolo, ritenzione di corpi estranei, neoplasie o incarcerazione in un'ernia (ernia di Littre).

La diagnosi è difficile e spesso comporta l'esecuzione di una scintigrafia e di studi radiologici con bario.

Il trattamento consiste nella resezione chirurgica del diverticolo.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016