Sintomi Diverticoli esofagei

Articoli correlati: Diverticoli esofagei

Definizione

I diverticoli esofagei sono delle estroflessioni sacciformi della mucosa dell'esofago, in comunicazione col lume dell'organo. Per rendere l'idea, assomigliano a delle piccole tasche, simili a quelle lasciate da un dito che preme dall'interno contro le pareti di un tubo malleabile.

Esistono diversi tipi di diverticoli esofagei, ciascuno con una differente origine. Innanzitutto, possono essere distinti in congeniti (quindi presenti sin dalla nascita, condizione questa assai rara) o acquisiti. I diverticoli esofagei acquisiti possono essere da pulsione e da trazione. Quelli da pulsione sono dovuti ad un aumento della pressione endoluminale, associata a disturbi della motilità esofagea; da tale binomio origina una graduale estroflessione di mucosa e sottomucosa attraverso un'area di debolezza della parete muscolare dell'esofago. Il diverticolo di Zenker è il più frequente diverticolo da pulsione. I diverticoli da trazione, invece, si estendono a tutto lo spessore della parete esofagea e sono dovuti a fenomeni cicatriziali secondari a processi infiammatori che hanno colpito gli organi vicini all'esofago (es. broncopolmoniti).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Diverticoli esofagei

Ulteriori indicazioni

I diverticoli esofagei possono essere asintomatici o causare alitosi, disfagia (difficoltà durante la deglutizione) e altri problemi. Il ristagno del cibo ingerito all'interno della tasca diverticolare, ad esempio, può dare luogo a episodi di rigurgito quando il paziente si flette in avanti o si distende. Se il rigurgito è notturno, può verificarsi una polmonite ab ingestis. Possibili complicanze sono l'insorgenza di infiammazioni e infezione, oltre alla perforazione del diverticolo stesso. Nel caso in cui la tasca diverticolare raggiunga grandi dimensioni, è possibile che si manifesti una tumefazione palpabile sul collo.

I diverticoli esofagei vengono diagnosticati mediante Rx con pasto baritato. Anche l'esofago-gastroscopia può essere di notevole aiuto.

Solitamente, non è necessario un trattamento specifico, anche se a volte è necessaria la resezione chirurgica per i diverticoli grandi o sintomatici.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016