Sintomi Diarrea del viaggiatore

Articoli correlati: Diarrea del viaggiatore

Definizione

La diarrea del viaggiatore è un'infezione intestinale dovuta all'ingestione di alimenti e bevande contaminati (es. vegetali crudi, uova, carne e pesci poco cotti, latte non pastorizzato e derivati). Si verifica comunemente durante soggiorni in Paesi dove le condizioni igienico-sanitarie sono precarie.

La diarrea del viaggiatore può essere causata da batteri, virus e parassiti.

In molti casi, l'origine del disturbo è da attribuire a batteri endemici nell'acqua locale, che manca di un'adeguata purificazione. L'Escherichia coli è responsabile della maggior parte delle infezioni.

Le persone immunodepresse o in terapia con farmaci che diminuiscono l'acidità gastrica (antiacidi, anti-H2 e inibitori della pompa protonica) possono sviluppare forme più gravi della malattia.

Altri fattori che possono predisporre alla diarrea del viaggiatore sono lo stress del viaggio, il cambio dell'alimentazione, il clima e l'altitudine. Le mosche possono fungere da vettori passivi degli agenti infettivi, portando i patogeni da un alimento all'altro.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Diarrea del viaggiatore

Ulteriori indicazioni

La diarrea del viaggiatore si manifesta con gravità variabile. In genere, i sintomi esordiscono 12-72 h dopo l'ingestione di cibo o acqua contaminati. Il disturbo è caratterizzato da numerose scariche diarroiche accompagnate da crampi addominali dolorosi, nausea, profonda spossatezza e, a volte, febbre (quasi mai elevata) e mialgie. Talvolta, le feci liquide possono essere ematiche e, nei climi caldi, il paziente può facilmente disidratarsi.

La diagnosi è essenzialmente clinica e non sono generalmente necessarie misure diagnostiche specifiche. Tuttavia, la febbre, il dolore addominale severo e le feci ematiche possono associarsi a quadri clinici più gravi e devono indurre a una valutazione immediata.

La maggior parte dei casi è lieve e si risolve spontaneamente in 3-4 giorni. Durante questo periodo, la cosa più importante è reintegrare i liquidi (evitando bevande gassate, alcolici, caffè e tè) e mangiare cibi leggeri. In alcuni casi, l'assunzione di farmaci antinausea e antidiarroici può aiutare ad alleviare i sintomi. Se dopo qualche giorno l'intestino non si è regolarizzato, è meglio consultare un medico per valutare la somministrazione di un antibiotico specifico (es. ciprofloxacina o levofloxacin, azitromicina e rifaximina).

Per quanto riguarda la prevenzione, i viaggiatori devono evitare di acquistare cibi e bevande dai venditori ambulanti, mangiando soltanto cibi cotti (ancora bollenti), frutta che può essere sbucciata e bevande servite in bottiglia chiusa e senza ghiaccio. Inoltre, devono essere evitate le verdure crude. Attenzione anche alla balneazione e a non usare l'acqua del rubinetto, nemmeno per lavarsi i denti.



ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 18/01/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifestaMal di testa da aereo: causeIl computer causa mal di testa?Mal di testa da gelato: come evitarlo