Sintomi Dermatite atopica

Malattie simili e sinonimi: Eczema atopico, Eczema costituzionale.

Articoli correlati: Dermatite atopica

Definizione

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica, non contagiosa, della pelle. Si tratta dell'espressione cutanea dell'atopia: colpisce quindi persone con una cute eccessivamente reattiva nei confronti di vari stimoli. Nella comparsa della dermatite atopica sono coinvolti fattori genetici e ambientali, i quali alterano la barriera cutanea modificando il metabolismo dei lipidi che si trovano nell'epidermide. Come risultato, la pelle del viso e del corpo diviene secca, ruvida, pruriginosa e irritabile. A questa predisposizione, si aggiunge una componente immuno-mediata: i soggetti con dermatite atopica presentano una reazione esagerata del sistema di difesa dell'organismo nei confronti di alcune sostanze irritanti esterne. Queste penetrano più facilmente nella pelle e danno origine a manifestazioni cutanee (o respiratorie). A peggiorare la situazione, intervengono altri agenti esterni come: allergeni (acari della polvere, polline e/o polvere), stress emozionali, inquinamento, fumo, aria secca, sudorazione, tessuti in lana o sintetici, saponi e detergenti aggressivi.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Dermatite atopica

Ulteriori indicazioni

La dermatite atopica si manifesta con zone di pelle secca e arrossata, molto pruriginosa, soggetta a desquamazione e screpolature. Le lesioni cutanee vanno dall'eritema lieve alla lichenificazione grave (ispessimento cutaneo con accentuazione della normale trama cutanea; deriva da sfregamenti ripetuti). I bambini e i neonati sono i soggetti più colpiti, ma la dermatite atopica può presentarsi in soggetti di tutte le età. La parte del corpo più interessata è il volto, assieme alle mani, alle pieghe flessorie di gomiti e alle ginocchia. Negli adulti, invece, il disturbo colpisce soprattutto la zona periorale (intorno alla bocca), le palpebre e il dorso delle mani.

La dermatite atopica è caratterizzata da un andamento cronico-recidivante, per cui a fasi acute si alternano periodi di remissione. La malattia predispone ad altre problematiche reattive-allergiche a carico di vari organi ed apparati, come allergie alimentari, asma, rinite e congiuntivite. Per il continuo grattamento, sono frequenti infezioni batteriche secondarie, specialmente da stafilococco e streptococco.

Per la diagnosi di dermatite atopica è necessaria l'anamnesi personale o familiare di atopia e l'osservazione dei sintomi e dei segni durante l'esame obiettivo. Sono inoltre utili gli esami allergologici nei casi in cui gli allergeni alimentari, inalatori o da contatto abbiano un ruolo significativo nello scatenare la dermatite.

Il trattamento prevede l'idratazione della pelle, il controllo dei fattori scatenanti e l'uso di corticosteroidi topici e immunomodulatori. L'immersione in acqua di mare e l'esposizione al sole migliorano il disturbo. La dermatite atopica nel tempo può risolversi spontaneamente; spesso, scompare intorno all'età di 30 anni.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016