Sintomi Colite

Articoli correlati: Colite

Definizione

Il termine colite indica un processo infiammatorio che colpisce l'intero colon o solamente un suo segmento. Si tratta quindi di un termine generico, spesso utilizzato nel linguaggio comune per descrivere un "mal di pancia" associato a scariche diarroiche e dolori. In realtà, sono molte le forme di colite. Le coliti possono essere primitive, quando sono dovute a patologie direttamente a carico del colon, o secondarie, quando sono dovute a condizioni relative ad altri organi o apparati. Le coliti, poi, possono essere distinte in acute (spesso di natura infettiva e di breve durata) o croniche, come nel caso della colite ulcerosa e della malattia di Crohn. Stress, intolleranze alimentari, alterazioni immunitarie, infezioni batteriche, virali o da parassiti possono contribuire alla comparsa di una colite.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Colite

Ulteriori indicazioni

La colite si manifesta tipicamente con dolori addominali associati a crampi, meteorismo, stitichezza o diarrea (anche alternate). Talvolta, i dolori addominali si attenuano dopo la defecazione o l'espulsione di gas intestinali. Altri sintomi associati alla colite possono essere molto vari: alitosi, nausea, vomito, emissione di muco insieme alle feci, mal di stomaco, difficoltà digestive, rapida perdita di peso, senso di gonfiore, tensione e rumori di gorgoglio addominale. In alcuni casi, l'irritazione a carico della superficie del colon può determinare anche l'insorgenza di lesioni ulcerose (colite ulcerosa) che possono sanguinare. Ne consegue la presenza di sangue nelle feci. La colite può manifestarsi anche con sintomi legati al sistema urinario (urgenza di urinare, senso di incompleto o difficoltoso svuotamento della vescica), senso di stanchezza e dolori generali (cefalea e dolori muscolari).

Il trattamento della colite varia a seconda dei singoli casi. Il medico può quindi prescrivere terapie che cambiano in relazione ai sintomi presenti: farmaci antidiarroici, lassativi, antibiotici, immunosoppressori, antinfiammatori, corticosteroidi, antispastici e così via. Nei casi più gravi può essere necessario intervenire chirurgicamente per asportare i tratti dell'intestino compromessi dalla malattia.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016