Bolle - Cause e Sintomi

Definizione

Le bolle sono vescicole di diametro maggiore a 10 mm, rilevate sul piano cutaneo e caratterizzate dalla raccolta di liquido limpido (sieroso o siero-ematico). Queste lesioni cutanee insorgono al di sotto dello strato esterno dell'epidermide.

Le bolle possono essere causate da gravi scottature, ustioni, radiazioni, esposizione al freddo estremo (es. danni ai tessuti sostenuti dal congelamento), attrito intenso o sfregamento di una porzione di pelle particolarmente sensibile ed esposta.

La pelle può reagire con la formazione di lesioni bollose anche in seguito al contatto con sostanze irritanti o urticanti naturali (dermatite da contatto allergica o irritativa).

Le bolle possono svilupparsi come reazione ad alcuni farmaci, ad una puntura d'insetto o al contatto con diversi allergeni. La comparsa di bolle può verificarsi anche in pazienti affetti da malattie autoimmuni (come il pemfigo volgare), infezioni virali (come varicella, herpes labiale, herpes zoster e impetigine) e acne.

A seconda della causa che provoca l'insorgenza della bolla, questa può essere accompagnata da dolore, arrossamento o prurito.

Possibili Cause* di Bolle

* Il sintomo - Bolle - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Bolle può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016