Sintomi Balanopostite

Articoli correlati: Balanopostite

Definizione

La balanopostite è un'infiammazione che interessa contemporaneamente il glande (balanite) ed il prepuzio (postite), due strutture presenti all'estremità distale del pene.

Questo processo flogistico riconosce cause irritative (es. traumi o sfregamento del pene contro indumenti troppo aderenti) ed infettive (es. candidiasi, uretrite da clamidia o da gonococco, infezione da virus herpes simplex, scabbia, ulcera molle, sifilide e trichomoniasi). Inoltre, la balanopostite può essere anche di natura allergica (balanopostite eczemtosa da contatto associata, ad esempio, all'uso di profilattici in lattice), degenerativa (balanite xerotica obliterans ed eritroplasia di Queyrat) o immunologica (lichen planus, psoriasi ed artrite reattiva).

La balanopostite si manifesta spesso in pazienti con fimosi (prepuzio stenotico), condizione che non permette un'igiene adeguata. Il disturbo si può osservare anche in corso di malattie metaboliche (es. diabete mellito). A volte, invece, non si riscontra alcuna causa evidente.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Balanopostite

Ulteriori indicazioni

Nella maggior parte dei casi, la balanopostite si manifesta 2-3 giorni dopo un rapporto sessuale, con dolore al pene, irritazione (arrossamento locale e rigonfiamento permanente del glande) e gocciolamento di secrezioni sierose o siero-purulente dal sacco prepuziale.

Possono comparire, inoltre, sintomi quali disuria (emissione dolorosa e difficile delle urine), prurito, desquamazioni e tumefazione del prepuzio. Nel tempo, l'infiammazione può portare ad erosione e/o ulcerazione locale e ad adenopatie inguinali. La balanopostite coinvolge spesso il solco balanoprepuziale, area particolarmente esposta a macerazione e sovrainfezione.

L'infiammazione cronica porta gradualmente ad una fibrosi delle strutture coinvolte ed aumenta il rischio di balanite xerotica obliterans, fimosi e parafimosi. A volte, la balanopostite può predisporre allo sviluppo di tumori.

Il trattamento è rivolto alle cause specifiche dell'infiammazione. Potrebbero essere prescritti farmaci antimicotici, antibiotici, antistaminici e, nel caso in cui non si abbia a che fare con un'infezione, cortisonici. Al contempo, andranno intraprese corrette misure igieniche. Possono essere necessarie irrigazioni sottoprepuziali, per rimuovere secrezioni e concrezioni.

Nei pazienti con fimosi persistente, dopo la risoluzione dell'infiammazione, si dovrà prendere in considerazione la possibilità di eseguire una circoncisione.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016