Sintomi Artrite Idiopatica Giovanile

Definizione

L'artrite idiopatica giovanile è una malattia reumatica caratterizzata da un'infiammazione cronica delle articolazioni, che esordisce tipicamente prima dei 16 anni d'età.

L'esatta causa è sconosciuta, ma nel determinare l'insorgenza della malattia sembra che concorrano una fisiopatologia autoimmune e una predisposizione genetica.

L'artrite idiopatica giovanile può svilupparsi in diverse forme, le quali si distinguono principalmente in base al numero di articolazioni colpite e alla presenza di segni clinici aggiuntivi, come febbre ed eruzioni cutanee.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Artrite Idiopatica Giovanile

Ulteriori indicazioni

Inizialmente, il quadro sintomatologico si manifesta in 3 possibili varianti:

  • Artrite idiopatica giovanile a esordio sistemico (malattia di Still): si presenta in circa il 20% dei pazienti, provocando febbre elevata, eruzione cutanea con lesioni orticarioidi o maculari, dolore muscolare, ingrossamento della milza, adenopatia generalizzata e infiammazione delle membrane intorno al cuore (pericardite) e ai polmoni (pleurite). Queste manifestazioni possono precedere lo sviluppo dell'artrite, che comporta limitazione dei movimenti, gonfiore, versamento e dolore articolare. Spesso, la febbre è più elevata nel pomeriggio o alla sera e può persistere fino a 2 settimane. Il rash cutaneo è tipicamente transitorio, ma può essere anche diffuso e migrante.
  • Artrite idiopatica giovanile ad esordio oligoarticolare: compare in circa il 40% dei pazienti ed è caratterizzata dal coinvolgimento di un numero pari o inferiore a 4 articolazioni. Nell'artrite idiopatica giovanile oligoarticolare, è particolarmente frequente l'iridociclite (infiammazione della parte anteriore del bulbo oculare che interessa contemporaneamente l'iride ed il corpo ciliare), la quale può essere asintomatica o associata a dolore oculare, arrossamento congiuntivale e fotofobia. Alcuni pazienti sviluppano successivamente il quadro clinico caratteristico di una spondiloartropatia (es. spondilite anchilosante, artrite psoriasica o artrite reattiva).
  • Artrite idiopatica giovanile a esordio poliarticolare: interessa 5 o più articolazioni e, spesso, è simile all'artrite reumatoide dell'adulto. Questa forma tende ad essere simmetrica ed a svilupparsi lentamente.

L'artrite idiopatica giovanile si ripresenta periodicamente o diventa cronica (quando si manifesta per più di 6 settimane) e dura per mesi e anni o, più raramente, per tutta la vita. Durante il decorso, la malattia può interferire con la crescita e lo sviluppo.


Artrite Idiopatica Giovanile

La diagnosi è principalmente clinica e dev'essere sospettata nei bambini con sintomi di artrite, adenopatia generalizzata o febbre senza apparente motivazione, che durano più di pochi giorni.
Il trattamento prevede, di solito, la somministrazione di FANS (naprossene, ibuprofene ed indometacina) e farmaci antireumatici in grado di modificare la malattia.

Il metotrexate è utile per la malattia oligoarticolare e poliarticolare. Fisioterapia, esercizio fisico, tutori e altre misure di sostegno contribuiscono a migliorare la funzione e a ridurre al minimo le sollecitazioni non necessarie sulle articolazioni infiammate. L'iridociclite viene trattata con colliri a base di corticosteroidi e midriatici.

Le remissioni complete si verificano in circa il 50-75% dei pazienti trattati; una prognosi meno favorevole è associata all'artrite idiopatica giovanile ad esordio sistemico e alla positività per il fattore reumatoide.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016