Sintomi Anoressia Nervosa

Articoli correlati: Anoressia Nervosa

Definizione

L'anoressia nervosa (AN) è un disturbo del comportamento alimentare. Si caratterizza per un'ossessiva ricerca della magrezza, con rifiuto del cibo da parte del soggetto e paura patologica di ingrassare, anche in presenza di un evidente sottopeso. Tale problematica insorge prevalentemente in ragazze e in giovani donne, soprattutto durante l'adolescenza. Probabilmente, sono coinvolti fattori familiari e sociali.

L'adozione di regimi dietetici e di altre misure per tenere sotto controllo il peso sembra indicare un aumento del rischio. L'anoressia nervosa può essere lieve e transitoria oppure grave e di lunga durata.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del Anoressia Nervosa

Ulteriori indicazioni

L'anoressia nervosa si può manifestare con restrizioni o con alimentazione compulsiva, associata a condotte di eliminazione. Nel primo caso, il soggetto limita semplicemente l'assunzione di cibo (nonostante l'appetito si conservi), senza mettere in atto abbuffate o condotte di eliminazione. Nel secondo caso, invece, i pazienti si abbuffano regolarmente, per poi auto-indursi il vomito o abusare di lassativi e diuretici.

I pazienti anoressici studiano maniacalmente diete e calorie; a volte praticano attività fisica in maniera eccessiva; accumulano, nascondono e gettano via il cibo; mentono sull'assunzione dei pasti e su comportamenti agiti di nascosto (come il vomito auto-indotto).

Il paziente anoressico presenta una magrezza estrema. Sintomi che si riscontrano frequentemente comprendono meteorismo, dolori addominali e stipsi. In coloro che vomitano spesso si riscontrano erosioni dello smalto dentale, ipertrofia indolore delle ghiandole salivari e infiammazione dell'esofago; caratteristico è anche il segno di Russel, una callosità che si forma sul dorso delle mani per il ripetuto sfregamento contro gli incisivi superiori, durante l'introduzione delle dita nel cavo orale, nel tentativo di indurre il vomito.

L'anoressia nervosa influenza le funzioni psicologiche, neuroendocrine, ormonali e metaboliche.

Le alterazioni endocrine che si possono riscontrare comprendono: secrezione ridotta dell'ormone luteinizzante, aumento della secrezione di cortisolo (o sindrome di Cushing), bassi livelli di tiroxina (T4) e di triiodotironina (T3). Nelle donne, le mestruazioni in genere cessano (amenorrea). Nel tempo, possono svilupparsi malnutrizione, deperimento, disidratazione e alcalosi metabolica; tutto ciò è aggravato dal vomito auto-indotto e dall'uso di lassativi o diuretici.

La densità minerale ossea diminuisce. Ciò può portare ad osteopenia e perfino ad osteoporosi. Anche la massa muscolare cardiaca diminuisce, con riduzione delle dimensioni delle camere del cuore e della gittata cardiaca. Possibile conseguenza è il prolasso della valvola mitrale. Molti soggetti con anoressia nervosa presentano bradicardia.

I pazienti anoressici, di solito, perdono interesse nel sesso e dimostrano disagio psicologico in forma di ansia, depressione o disturbi della personalità.

Altre manifestazioni che è possibile riscontrare in caso di anoressia nervosa sono: marcata ipotensione, intolleranza al freddo (o ipotermia), ipoglicemia, edemi periferici, cefalea, diminuzione della capacità di concentrazione, letargia o eccesso di energia. A livello dermatologico, possono essere presenti xerosi cutanea, acne, fragilità delle unghie, lanugo (fine e soffice peluria) o leggero irsutismo.

La diagnosi è clinica. Criteri per confermare l'anoressia nervosa comprendono: peso corporeo ≤ 85% del peso previsto; paura dell'obesità; amenorrea nelle femmine; distorsione dell'immagine corporea e negazione della malattia. La diagnosi differenziale è posta rispetto a schizofrenia e depressione primaria; entrambi questi disturbi possono portare a simili risultati.

Il trattamento può richiedere l'ospedalizzazione a breve termine per recuperare il peso corporeo. L'anoressia nervosa richiede una terapia psicologica. Antipsicotici come l'olanzapina possono aiutare per l'aumento del peso ed alleviare la paura patologica dell'obesità. La fluoxetina, invece, può aiutare a prevenire le ricadute dopo che il peso è stato stabilizzato.