Acidosi respiratoria - Cause e Sintomi

Sintomi simili e sinonimi: Acidosi da anidride carbonica.

Definizione

L'acidosi respiratoria è una condizione caratterizzata da un aumento dell'acidità del sangue, per eccesso di anidride carbonica in esso disciolta. Come risultato, il pH del plasma diminuisce (di norma, è mantenuto a 7,4), la PaCO2 aumenta (ipercapnia) e il rapporto tra bicarbonato e anidride carbonica diminuisce. Per fare in modo che tale rapporto (quindi il pH) ritorni alla normalità, i reni aumentano l'escrezione di ioni idrogeno (H+) e il riassorbimento di ioni bicarbonato (HCO3-). Quando anche questo meccanismo di compensazione diventa insufficiente, compare l'acidosi respiratoria.

La forma acuta causa cefalea, confusione mentale e sonnolenza. Un'acidosi respiratoria cronica, a lenta evoluzione (come può accadere, ad esempio, nella BPCO), può essere ben tollerata, ma i pazienti possono anche andare incontro a disturbi del sonno, tremori, spasmi mioclonici, dispnea, tachicardia, cianosi e perdita di memoria.

L'acidosi respiratoria è dovuta a una ventilazione inferiore al necessario. Si verifica, infatti, in caso di affezioni cardiopolmonari che determinano una grave riduzione della superficie alveolare deputata agli scambi gassosi (es. broncopneumopatia cronica ostruttiva, polmonite grave, edema polmonare, asma, fibrosi diffuse e pneumotorace) e in caso di ostruzioni delle vie aeree superiori.

L'ipoventilazione, inoltre, può essere causata da depressione dei centri respiratori del tronco dell'encefalo (causata da farmaci e malattie neurologiche) o da disturbi dei muscoli respiratori (es. miastenia grave, botulismo, sindrome di Guillain-Barré e traumi del torace).

Possibili Cause* di Acidosi respiratoria

* Il sintomo - Acidosi respiratoria - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Acidosi respiratoria può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.


Ultima modifica dell'articolo: 01/08/2016